Speciale Santo Stefano, il Guercio di Puglia in sogno a Cocu Lengualonga…

4.210
Pantaleo Manieri

Cocu Lengualonga è il classico frequentatore di cantine e prima di la iscilia di natale pare ca s’è caricatu nu tursu mondiale.
S’è discitatu dopu doi giurni e ha dittu a a Concettina, muggherisa: “Concettì no sai cce aggiu ccappatu….maggiu sunnatu Lu Guerciu di Puglia (al secolo Girolamo II Acquaviva d’Aragona) ca m’ha dittu Cocu, pettegolo della mia contea, nulla di dici dello sfidante del Ducetto Mellone?”
E Tu cce l’ha dittu Cò?
Laggiu dittu ca no sapia nienti…
E idddhru?
Na Concettina mia m’cuntatu nu saccu di cose……
M’ha dittu ca lu pd, dopu ca l’avvocato Tony s’è ritiratu, stae alli guai piccè stonu spartuti tra gli Emiliani e lì non emiliani culli prima ca tocca si sgorrinu lu pinnulu piccè Emilianu mpoggia lu Ducetto Mellone……
E a destra Cocu? Cce t’ha dittu lu conte?
A ddhra pesciu la rossa……Forza Italia, ca pare so 7 musci , spettanu quiddhri di la lega ma si sape ca Ggesarinu no si cotula di coste a Pippi.(Alcuni confidenti ci fanno sapere che stanno lavorando su una lista carica di nomi pesanti)
Fracella sta mena a caggi e rimase fiaccu ca nu agnone di lì sua s’è candidatu cullu figghiu di Lucio Dalla ovvero l’assessore attenti al Lupo.
Poi c’è Frasca ca comu al solito sta scioca cu ddo mazzi di carte…..cu n’uecchiu guarda la Muscia (mpoggia Mellone) e cu laddhru frisce lu pesce (ete ci facinu nu mbiscarieddhru e lu portanu comu sindicu).
Ma addhra tocca si la scioca cu Donadei ca gghe cchiù beddhru di iddhru.
Quindi pi mmo gghe rimastu Pippi Cozza, Losaviu, ca tene lu nipote candidatu cu Mellone, e Maurizio Leuzzi ca strolica e strolica ma no ccocchia.
Cocu ma di li 5 stelle ceddhri sta si mente?
Concettì m’ha dittu lu Guerciu di Puglia ca mo ca onu fattu Casilli Presidente di lu consigliu, stonu buccati su Mellone puru iddhri.
E mo cce succede maritu mia?
E cce ha succedere Concettina mia……cinca si candida contru a Mellone è comu se sta si mena di la dannata……e Lu Guerciu di Puglia di Dannata sindintende (la leggenda vuole che quello sperone prenda il nome da una donna che piuttosto che cedere allo ius primae noctis imposto dal Conte si lanciò di sotto).

 

I commenti sono chiusi.