DOMENICA NERA A TERAMO: REAGIRE CONTRO GIULIANOVA PER LA SALVEZZA

0

Per la Frata “Andrea Pasca” Nardò un pomeriggio nero a Teramo. Ieri, al “PalaScapriano”, si sono imposti i biancorossi per 85-68 sui granata di coach Olive. Teramo torna così al successo dopo tre scivoloni consecutivi.

Eppure l’avvio di match di Provenzano (top scorer granata con 13 punti) e compagni è incoraggiante: 19-24 al termine del primo quarto. Poi l’allungo all’inizio della seconda frazione sino al 21-28, quindi il Toro man mano cede il passo a Teramo che rimonta sino al 40-35, il risultato col quale le due squadre ritornano negli spogliatoi. I granata non tornano sul parquet teramano con lo smalto dei giorni migliori ed è così che i biancorossi, trascinati da capitan Lagioia chiudono il terzo quarto in vantaggio: 61-54. Nardò ha uno scatto d’orgoglio con una rimonta che porta al -4, ma è ancora capitan Lagioia, autore di due triple sanguinose, a piazzare l’allungo decisivo sino ad un rotondo 85-68 finale.

Teramo guadagna così la salvezza e mira ad un posto playoff. C’è ancora da lottare, invece, per il Toro: la questione permanenza passa dal “Pala Andrea Pasca”. Domenica prossima servirà il pubblico delle grandi occasioni per piegare Giulianova e brindare alla matematica salvezza in Serie B, l’obiettivo stagionale.

TERAMO BASKET 1960 – PALLACANESTRO NARDO’ 85-68
(19-24, 21-11, 21-19, 24-14)

Teramo Basket 1960: Milojevic, Ceci, Di Eusanio 2, Osmatescu 22, Nolli 2, Salamina 8, Lagioia 22, Errera 7, Musso 9, Staffieri 8, Manente, Piccinini2. Coach: Massimo Gramenzi, Stefano Di Francesco.

Frata “Andrea Pasca” Nardò: Cannoletta, Scattolin 2, Ingrosso 11, Dell’Anna 4, Provenzano 13, Bjelic 11, Potì 12, Muci, Polonara 6, Zaharie 9. Coach: Davide Olive.

 

Autore: Lorenzo Falangone
Foto: Gianluca Pisciaroli