VIOLENZE ALLA COMPAGNA, AI DOMICILIARI UN NERETINO

1.900

Maltrattamenti alla convivente, anche davanti al figlio: scattano i domiciliari per un 44enne neretino. L’ordinanza di custodia è arrivata nella giornata di ieri dopo la sentenza emessa dal Gip del tribunale di Lecce: “L’imputato – si legge nel provvedimento – poneva in essere nei confronti della vittima atti lesivi nei confronti della sua integrità psicofisica, dell’onore e del decoro, sia durante la convivenza sia a seguito della decisione della donna di interrompere la loro relazioni”.

La vittima una donna di 37 anni residente a Nardò: tante le violenze perpetrate nel corso degli anni da parte del compagno, soprattutto dopo la fine del loro rapporto. La donna, difesa dall’avvocato Tony Falangone, alla fine si è rivolta ai Carabinieri della Stazione di Nardò. Secondo quanto emerso nel 2018 era stata “colpita con uno schiaffo al volto, danneggiando poco dopo vari mobili e suppellettili della casa; dopo la fine della convivenza in varie occasioni la pedinava al fine di controllare le sue frequentazioni, offenderla e convincerla a ritornare a vivere insieme. Nel maggio 2021 dopo essere venuto a conoscenza del fatto che avesse un nuovo compagno, la ingiuriava e minacciava anche a mezzo telefono”. Il 30 giugno scorso, alla presenza dei figli, era stata pesantemente minacciata e insultata, vedendosi addirittura sputarle addosso dall’ex compagno.

I commenti sono chiusi.