È PARTITA UFFICIALMENTE LA CAMPAGNA ELETTORALE DI “PROGETTIAMO GALATONE” E DELLA SUA CANDIDATA SINDACO EMANUELA SETTIMO DE MITRI

640

Sette macro-aree che racchiudono numerosi temi-chiave per leggere la città: è partita ufficialmente la campagna elettorale di “Progettiamo Galatone” e della sua candidata sindaco Emanuela Settimo De Mitri, che dopo aver ufficializzato nel novembre scorso la sua corsa a piazza Costadur ieri ha snocciolato il programma elettorale attraverso una conferenza in diretta dalle pagine social della civica. Quanto proposto ieri alla cittadinanza si basa “sul lavoro di tutti i componenti di Progettiamo Galatone e degli incontri paralleli tenuti con i cittadini e le associazioni”.

Primo accento sulla valorizzazione della città: “Bisogna recuperare e rendere vivibili gli spazi aperti e riqualificare i beni culturali” dice la 39enne avvocata, che sottolinea quanto sia necessaria la cura del verde, dell’illuminazione pubblica e il recupero degli immobili del centro storico, oltre alle piazze da vedere come “punto di aggregazione”. Spazio poi alla tutela dell’ambiente, con un “turismo volto a godere di città, campagne e mare” e una “trasformazione green della città attraverso la creazione di aree verdi”, compresa quella che la civica vorrebbe far nascere sulla ex discarica di contrada Vorelle. Poi il “potenziamento e la razionalizzazione della raccolta differenziata”, oltre alla tutela della zona costiera nel rispetto delle prescrizioni dell’area Sic.

Da sottolineare il “coinvolgimento dei cittadini nelle scelte fondamentali attraverso la cultura, i monumenti, e una scuola legata alla città e al territorio”, con anche la creazione di un “centro di documentazione e ricerca”, oltre a quella di un “comitato di coordinamento cittadino dello sport”. Fari puntati anche sulla creazione di uno “sportello dei diritti del cittadino all’interno della Casa Comunale”, con particolare attenzione a giovani, anziani e disabili. Per la Settimo De Mitri i parchi gioco devono essere “a norma di legge”, e inseriti in una città “smart e connessa”, che promuova più volte l’anno la “Notte Bianca” e che potenzi la casa di cura per anziani e i servizi loro rivolti, compreso lo sport. Senza dimenticare la “tutela e salvaguardia degli animali”, con l’aggiornamento del regolamento comunale.

Per la civica la “Stella polare” saranno la legalità e la trasparenza, per le quali sarà addirittura costituito un assessorato apposito, con il “rispetto dei regolamenti e la parità trattamento cittadini”, ribadendo che “i diritti non sono favori” e annunciando un impegno scritto per il rifiuto del voto di scambio e dei collegamenti a soggetti con precedenti legati alla giustizia. E visto che “i cittadini chiedono sicurezza”, annunciata anche l’implementazione dei sistemi di video sorveglianza e le agevolazioni per l’installazione di telecamere da parte dei privati.

Sotto la voce attività economiche da sottolineare il rapporto con le associazioni di categoria e il reperimento di locali per le proprie sedi, oltre alla rimodulazione del sistema parcheggi e alla creazione di un ufficio per la formazione e di una “scuola del mestiere”. Non ultima l’implementazione del sito del Comune e delle pagine social, “senza mai – sottolinea la candidata sindaco – essere strumento di propaganda politica”.

I commenti sono chiusi.