GIUSY ROSSANO
ALESSANDRA FRACELLA
ILENI MARSELLA

NARDO’:IL FENOMENO AL ROVESCIO. ORA LA PAROLA ALLA CORTE DEI CONTI. PAGHI MELLONE, NON I CITTADINI.

ANTONELLA SPEDICATO
8
PIPPI MELLONE

Sentenza del Tar: gli atti di Mellone contro i dirigenti sono illegittimi e ora il comune dovrà pagare spese legali e un sostanzioso risarcimento danni.
Palazzetto dello sport: solo chiacchiere. La vendita dell’ex gerontocomio è stata annullata. Il nuovo palazzetto in tre anni è passato da 2.500 posti a 1.500 posti, poi a 800, ora a 700. Domani sarà un campetto per il minibasket.
La ditta che doveva essere “mandata via” dal cimitero, dopo un costosissimo contenzioso, è stata riaccolta con tante scuse.
Va aggiunto che tutte le castronerie del sindaco Mellone (inadeguato come nessuno mai avrebbe potuto immaginare, neanch’io che non gli avrei mai affidato neppure un minicondominio) stanno costando alla città, e quindi ai cittadini, milioni di euro.
Non è giusto. E’ troppo facile commettere errori su errori e poi girare il conto ai cittadini di Nardò.
Ritengo doveroso, pertanto, esporre le vicende di questi mesi alla Corte dei Conti, perché a pagare sia chi ha sbagliato e non i cittadini contribuenti, vittime di tanto scempio amministrativo.

TOMMASO COLOPI
 
FEDERICA ZOPAZIO
ANTONELLA SPEDICATO
ALESSANDRA FRACELLA

I commenti sono chiusi.