- Advertisement -
Home Comunicati stampa Nardò: l'abbattimento degli alberi di via XX settembre, l'opposizione vuole vederci...

Nardò: l’abbattimento degli alberi di via XX settembre, l’opposizione vuole vederci chiaro

I consiglieri comunali presentato nella gionata di oggi, un'interrogazione all'attenzione del sindaco, dell'assessore all'ambiente e dell'assessore ai lavori pubblici.

- Advertisement -

L’interrogazione prende le mosse da un articolo apparso su una testata giornalistica online in cui un agronomo, il dott. Bruno Vaglio, rileva che “L’abbattimento degli alberi di via XX settembre, sia pure con la motivazione della sostituzione, è un’operazione agro paesaggisticamente assurda.”

“Infatti andare a sostituire alberi adatti con altri alberi magari inadatti – puntualizza il Dr. Vaglio – non può che essere così definita. Si trattava di alberi di Giuda (Cercis siliquastrum), sanissimi e curati, ormai ben conformati e nel pieno della loro espressione arborea e funzionalità ambientale.

Insomma, l’albero giusto al posto giusto come raramente accade. Il loro abbattimento rappresenta un delitto con l’aggravante dell’incompetenza elevata ad arbitrio. La loro sostituzione con non so che altra specie – conclude l’agronomo Vaglio – credo che ci mostri la grottesca condizione in cui siamo caduti!”

Nell’interrogazione urgente a risposta scritta l’opposizione considerato che l’abbattimento degli alberi della tipologia “Alberi di Giuda”, nel tratto finale di via XX Settembre, riguarda piante perfettamente sane e, pertanto, non gravemente danneggiate, né compromesse nella loro stabilità e a rischio caduta. E che l”Ente Locale ha l’obbligo di attenersi al disposto di cui alla legge 14 gennaio 2013, n. 10, nonché alle “Linee guida per la gestione del verde urbano, emanate dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nel 2017.

Interrogano il sindaco per sapere: 

1) Chi ha autorizzato l’abbattimento degli alberi di Giuda lungo il tratto stradale di via XX settembre;

2) In quale anno sono stati messi a dimora gli alberi di cui sopra;

2) Se è stata richiesta perizia di esperto forestale prima di decidere l’abbattimento;

3) Quale causa ha determinato l’abbattimento e se fosse proprio impossibile la coesistenza di quella tipologia arborea con il tracciato della pista ciclabile;

4) Perché non è stata presa in considerazione la possibilità di spostamento delle essenze esistenti in luogo diverso;

5) A quale professionalità specifica risale la drastica misura dell’abbattimento;

6) Il costo dell’operazione dell’abbattimento;

7) Se è vero quanto riporta la stampa, ovvero l’eventuale sostituzione degli alberi di Giuda con altre essenze arboree;

8) Qual è la stima del valore degli alberi abbattuti e quale il costo degli alberi da piantare in sostituzione;

9) Con quale criterio e da chi verrà scelta la tipologia degli alberi da impiantare.

10) Se, infine, l’abbattimento degli alberi di Giuda (Cercis siliquastrum) è avvenuto nel rispetto delle disposizioni di cui al Regolamento per la tutela del verde pubblico di codesto Comune, approvato con D.C.C. n. 106 del 27 novembre 2003.
I Consiglieri Comunali

Da leggere

BIBLIOTECA, BACCASSINO GLIELE CANTA A MELLONE

Dico sempre che un artista non dove schierarsi politicamente perché deve essere sempre libero di dire la sua senza vincoli di parte. Deve andare...
- Advertisement -

IL CASO BIBLIOTECA SI SCATENA SUI SOCIAL: MAURO MARINO, NO ALLA CHIUSURA DELL’EX-CRSEC

Nardò è la seconda città del Salento. Città bella con una grande storia, un bellissimo e sontuoso borgo antico testimone di un passato nobile...

PAOLA MITA: “SONO FINTI RIVOLUZIONARI SENZA STORIA”

La giustificazione dell Assessore Tollemeto è una pezza messa male e cucita peggio! Quanto tempo ci vorrà prima che si realizzi quanto voluto dall’amministrazione? E...

“NON CHIUDIAMO UNA BIBLIOTECA, MA VOGLIAMO UN POLO BIBLIOTECARIO UNICO”

“Chi dice che l’amministrazione comunale voglia chiudere una biblioteca, si sbaglia di grosso. Al contrario l'amministrazione vuole dotare Nardò di un polo bibliotecario moderno,...

Notizie correlate

BIBLIOTECA, BACCASSINO GLIELE CANTA A MELLONE

Dico sempre che un artista non dove schierarsi politicamente perché deve essere sempre libero di dire la sua senza vincoli di parte. Deve andare...

IL CASO BIBLIOTECA SI SCATENA SUI SOCIAL: MAURO MARINO, NO ALLA CHIUSURA DELL’EX-CRSEC

Nardò è la seconda città del Salento. Città bella con una grande storia, un bellissimo e sontuoso borgo antico testimone di un passato nobile...

PAOLA MITA: “SONO FINTI RIVOLUZIONARI SENZA STORIA”

La giustificazione dell Assessore Tollemeto è una pezza messa male e cucita peggio! Quanto tempo ci vorrà prima che si realizzi quanto voluto dall’amministrazione? E...

“NON CHIUDIAMO UNA BIBLIOTECA, MA VOGLIAMO UN POLO BIBLIOTECARIO UNICO”

“Chi dice che l’amministrazione comunale voglia chiudere una biblioteca, si sbaglia di grosso. Al contrario l'amministrazione vuole dotare Nardò di un polo bibliotecario moderno,...

LORENZO SICILIANO: MELLONE ASFALTA LA CULTURA

Il sindaco chiude la biblioteca e non dice perché. Il Centro Servizi Culturali e Bibliotecari, nota e amata biblioteca che dimora da decenni a Nardò,...
- Advertisement -