Cronaca

LA DENUNCIA DI VINCENZO CANDIDO RENNA CONTRO L’AVV. GIUSEPPE COZZA E’ INFONDATA: IL GIP ARCHIVIA!

Così è stato: la denuncia per diffamazione dell’avv. Vincenzo Candito Renna contro l’avv. Giuseppe Cozza è stata irrimediabilmente ARCHIVIATA dal Giudice Dott. Sergio Mario Tosi.
Le accuse mosse da Renna non hanno retto di fronte alle argomentazioni lucide, precise e circostanziate della difesa dell’avv. Cozza che ha smontato, a leggere il provvedimento giudiziario, pezzo per pezzo ogni addebito.
Al Giudice, convinto dalle tesi difensive, altro non è rimasto che accoglierle, non ritenendo le accuse degne di entrare in un’aula dibattimentale per essere discusse: ARCHIVIAZIONE e basta!
Ma ciò che rende PESANTISSIMA la sconfitta di Renna sono le parole usate dal Giudice per spiegare la sua decisione.
Renna accusava Cozza di essere il titolare di una pagina facebook, denominata Lumunaceddru, e di essere stato diffamato da un post dal titolo “PORCHENZO CARASTRENNA IL TANGENTISTA” (che riportiamo di seguito).
Nulla da fare per Renna che non ha visto accogliere nessuna delle sue tesi e, infatti, il Giudice ha così motivato il suo provvedimento di archiviazione:
1) Renna sostiene che il sig. Cozza sia presente sul social “Facebook” ed agisca dietro il nome di “Lumunaceddru”, MA NON FORNISCE PROVA ALCUNA IN MERITO a tale asserzione e alla riferibilità di tale pagina Facebook proprio all’indagato;
2) inoltre l’immagine che il querelante riporta nel suo esposto è in realtà opera di un vignettista umbro (tale Yamac);
3) preme poi evidenziare come la pagina “Lumunaceddru”, lungi dall’accanirsi sul querelante, persegua intenti satirici TOTALMENTE AVULSI DA QUALSIVOGLIA VOLONTA’ STERILMENTE DIFFAMATORIA, e riferiti ai più disparati fatti politici e di costume, locali e nazionali;

Insomma, dalla lettura del provvedimento del Giudice si evince come la pagina Lumunaceddru non persegue nessun effetto diffamatorio e anche se, per mera ipotesi, ed è questa una nostra conclusione, fosse stato dimostrato essere gestita dall’Avv. Cozza, comunque il post non sarebbe stato diffamatorio.
Sconfitta piena delle tesi di Renna su tutta la linea!
Da noi interpellato l’avv. Cozza ha declinato ogni invito finalizzato a commentare la vicenda e ha chiesto di rispettare il suo silenzio.
Conoscendolo come avvocato abituato, ormai da molti anni, a difendere nelle aule penali e come persona non incline, nella vita, a porgere l’altra guancia, di una cosa possiamo dirci sicuri, con una approssimazione che crediamo molto vicina alla certezza: il suo silenzio è foriero di una sicura e pesante reazione sul piano giuridico, anche se non sappiamo di quale portata e quando sarà posta in essere.
Non resta che attendere.

Back to top button
Close