PoliticaTerritorio

FLAVIO MAGLIO: ” VOCE POPOLARE SARÀ UN PUNTO D RIFERIMENTO PER LA NOSTRA CITTÁ”


“Vogliamo continuare ad essere protagonisti della vita politico-amministrativa neretina e confidiamo sul sostegno degli amici che con noi hanno combattuto tante battaglie politiche e su tutti coloro che vogliono condividere con noi il
nuovo progetto politico.

Ė  questo il motivo per il quale abbiamo deciso di
costituire nella nostra realtà il Movimento Politico “Voce Popolare”, per dare ai tanti moderati che vivono una fase di disorientamento politico una casa comune in cui ritrovarsi per ripartire per una nuova stagione civica. La crisi della politica dovuta in gran parte alla sfiducia dei cittadini nei confronti dei partiti tradizionali che, da strumenti di partecipazione si sono trasformati in strutture oligarchiche con la creazione dei cosiddetti ” cerchi magici”, ci ha obbligato, preoccupati di andare incontro a derive qualunquistiche, a
organizzarci per testimoniare le idee e i valori di cui siamo espressione che sono propri della cultura del moderatismo. Anche la nostra Nardò vive una situazione di crisi politica perché è venuto meno il confronto e il dibattito politico tra i partiti storici e il mondo dell’associazionismo sulle questioni socio-economiche che interessano la nostra comunità.

Questo vuoto è stato occupato dal movimentismo del Sindaco che, nell’appuntarsi le medaglie sul
petto per le opere che sta attuando, come se non fosse suo dovere operare per il bene della Città, ha narcotizzato il dibattito evitando qualsiasi confronto, preoccupato, data la “statura” politica, di essere messo nell’ombra. Il suo modo di amministrare ha impoverito culturalmente la nostra Nardò, non avendo saputo proporre progetti di sviluppo di ampio respiro coniugabili
con la vocazione del nostro territorio, con riferimento alla sua Storia, all’Arte,
al Turismo, all’Agricoltura, al settore del terziario. Tutto questo ci preoccupa e il nostro silenzio ci renderebbe complici del declino che sta subendo la nostraNardò.

Nostro dovere è risvegliare nelle coscienze l’orgoglio per non dimenticare quella che è stata la nostra città, una comunità laboriosa che ha
dato i natali a tante personalità politico istituzionali che hanno reso grande il
popolo neretino.

Vogliamo riprendere quel percorso dimenticato e proporlo alle nuove generazioni, senza il cui contributo e’ difficile collocare Nardò tra le
migliori città d’Italia.

Al nostro appello hanno risposto diversi amici e alla presenza del Consigliere Regionale Mario Romano, del Consigliere Provinciale Massimiliano Romano, assente il Coordinatore Provinciale Gigi
De Leo per problemi di salute, è stato costituito il coordinamento cittadino di cui fanno parte: Pierpaolo Losavio, Antonio Sabato, Marco De Franco,Adriano Muci, Anna Sabato, Salvatore Fontana, Fernando Antico, Luigi Bruno,Salvatore Giuranna, Andrea Losavio, Stefano Martina, Gianni Zuccaro, Eugenio De Pace, Salvatore Bove, Egidio Falconieri, Danilo Maccagnano,
Salvatore Carrozzo, Enrico Carlino, Antonio Caputo, Paolo Mela.

Il coordinatore cittadino

FLAVIO MAGLIO

Back to top button
Close