CronacaNardò

Querelatori temerari. Il giudice definisce la denuncia di Giuranna a NBC “infondata e pretestuosa”

“Totalmente infondata e pretestuosa”. Di cosa parliamo? Della denuncia che il presidente del consiglio comunale di Nardò ha sporto nei confronti della nostra associazione. L’abbiamo definita noi così? Ovviamente no. 
“Totalmente infondata e pretestuosa” è la definizione data dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce che ha archiviato il procedimento nei nostri confronti. Andiamo con ordine. 

Il presidente del Consiglio comunale avvocato Andrea Giuranna ha denunciato Nardò Bene Comune perché “colpevole”, a suo dire, di aver divulgato sui social un frammento video del consiglio comunale del 2 marzo 2018. Dopo le indagini preliminari, il Pubblico Ministero formula la richiesta di archiviazione. 
L’avvocato Andrea Giuranna (presidente pro tempore del consiglio comunale di Nardò in quota Andare Oltre) si è opposto chiedendo indagini suppletive. Come va a finire? Il giudice Mario Tosi del Tribunale di Lecce ha ritenuto “quanto denunciato dal Giuranna Andrea totalmente infondato e pretestuoso”.
Coprotagonista di questa triste pagina di politica cittadina è il consigliere comunale Giuseppe Verardi, firmatario della denuncia insieme ad Andrea Giuranna. Il presidente Giuranna e il consigliere Verardi oltre alla nostra associazione avevano querelato anche un consigliere comunale della minoranza. Il procedimento è stato archiviato anche nei suoi confronti. Il vero motivo della denuncia forse non lo scopriremo mai e non è detto che lo conosca lo stesso Giuranna.

Ciò che sappiamo è che, da utile strumento di tutela giuridica, la querela si è trasformata in mezzo di intimidazione, in arma per dissuadere gli avversari politici dall’esprimere opinioni non gradite. Chissà se in futuro qualcuno racconterà di quando l’avvocato Andrea Giuranna querelò l’associazione Nardò Bene Comune, e se qualcuno ricorderà e sottolineerà la sentenza del giudice. Oggi lo facciamo noi: “quanto denunciato dal Giuranna Andrea” è “totalmente infondato e pretestuoso”.


 

Back to top button
Close