Home / Cronaca / Contrasto al caporalato: imprenditore nei guai. sospensione attività

Contrasto al caporalato: imprenditore nei guai. sospensione attività

Dei lavoratori che impiegava nei campi, quattro lavoravano senza essere stati sottoposti a visite mediche, due erano in “nero” ed uno era privo del permesso di soggiorno per motivi di lavoro. E adesso un imprenditore del posto dovrà pagare oltre 15mila euro di multa.

È l’esito dei controlli anticaporalato eseguiti nella giornata di ieri a San Cesario di Lecce, dove i carabinieri del Nil, della stazione locale ed i colleghi della task-force provinciale attiva da mesi per contrastare il fenomeno, hanno ispezionato una ditta individuale.

Al termine degli accertamenti, i militari hanno riscontrato le suddette irregolarità, elevando nei confronti del titolare dell’azienda agricola – C.N., 51enne di Lequile – sanzioni amministrative per complessivi 9.500 euro nonché ammende penali per ulteriori 4.912 euro. I carabinieri, inoltre, hanno sospeso l’attività imprenditoriale.

 

Autore Articolo Redazione