CronacaNardò

Castellino:una piaga che incute paura.

Ieri, nell’indifferenza quasi generale, si è consumato l’ennesimo misfatto ai danni di Nardò. Un incendio si è sviluppato a Castellino ed ha coinvolto parte della famigerata discarica. Proprio a tal proposito NON SAPPIAMO NULLA: cioè se sia stata intaccata la guaina di protezione, quali conseguenze abbia provocato il fuoco, quali sono gli interventi da compiere, ecc. La DISCARICA DI CASTELLINO, al di là delle TANTE PAROLE usate da molti, é sempre lì, con il suo tremendo potenziale negativo, a pochi passi da Nardò. La quasi totalità dei cittadini sembra indifferente al problema vivendolo come un fatto naturale. È invece NON È COSÌ: sono stati degli uomini a volere la discarica, a votare a favore della sua realizzazione nel lontano 1990. Uomini di cui quasi nessuno ricorda nomi e cognomi. E sono stati uomini coloro che si sono susseguiti al potere a Nardò, che non sono ancora riusciti a fare nulla per porla in sicurezza e scongiurare pericoli alla salute dei neretini.

È ora che si ponga CON FERMEZZA il problema della DISCARICA DI CASTELLINO e che cessino le parole e si facciano i fatti. Cittadini di Nardò finite di essere apatici, di far finta di non vedere: la salute é in diretta relazione con l’ambiente in cui si vive. È TEMPO CHE CHI HA RESPONSABILITÀ POLITICHE E AMMINISTRATIVE AGISCA: IL PERICOLO DI CASTELLINO DEVE ESSERE ELIMINATO! NEI FATTI, NON A PAROLE!

 

Avv.Giuseppe Cozza
Presidente Officina Cittadina

Back to top button
Close