NardòPoliticaTerritorio

SANTA MARIA AL BAGNO ABBANDONATA A SE STESSA. MANCA FOGNA, ACQUA E ASFALTO IN TANTISSIME STRADE.

“La frazione di Santa Maria al bagno è ormai completamente abbandonata a se stessa, con zone in balia del degrado più assoluto, strade ridotte a percorsi di guerra, prive di rete fognaria ed idrica. Nella giornata di ieri ho incontrato alcune famiglie residenti nella nostra più popolosa marina. Cittadini esausti dalla mala gestione che gli inquilini di palazzo personé riservano alla frazione di Santa Maria. Ho ascoltato con molta attenzione le loro sacrosante richieste che vertono, principalmente, sulla realizzazione delle reti idriche e fognanti, di cui quasi tutte le strade parallele al “comparto 53” risultano sprovviste. Su queste stesse strade manca anche l’asfalto, e di conseguenza le forti piogge hanno creato dei dislivelli del piano stradale pericolosissimi per auto e pedoni. Parliamo di arterie come via Spagnolo, via My, via Marra. Su quest’ultima, in particolare, non è dato sapere che fine abbiano fatto i fondi già stanziati con determina n. 1207 del 31/12/2015 dalla precedente Amministrazione Comunale per la canalizzazione della rete idrica e fognante.

Insomma, parliamo del più totale caos, di servizi essenziali che mancano, di sporcizia e degrado con erbacce in ogni dove e di cittadini giustamente inferociti. Tutto ciò nonostante Santa Maria “nutra” (se così si può affermare) della presenza di un assessore del Sindaco, con delega proprio ai lavori pubblici. A testimonianza dell’irrilevanza politica ed amministrativa e dell’incapacità di governare di Mellone e la sua squadra dei disastri. Già domattina protocollerò un’interrogazione consiliare per chiedere conto di tutto ciò a questa gente che vede Nardò e i neretini solo come un serbatoio elettorale.”

Lorenzo Siciliano

Consigliere Comunale

Partito Democratico

 

Back to top button
Close