CronacaSalento

Operazione Antimafia nel Salento. 30 arresti e un indagato eccellente

Sono stati da pochi minuti resi  noti tutti i nomi coinvolti nel Blitz

Giuseppe Amato, chiamato “Padreterno”, 63 anni, di Scorrano; Francesco Amato, detto “Checco”, 28 anni, di Scorrano; Daniele Antonazzo, 34 anni, di Supersano; Marco Cananiello, detto “Bravo”, 21 anni, di Maglie;
Andrea Carrisi, 30 anni, di Botrugno; Antonio De Cagna, detto “Chilla”, 47 anni, di Scorrano; Giovanni Umberto De Iaco, 21 anni, di Scorrano; Simone De Luca, detto “Smith”, 42 anni, di Maglie; Andrea Amato De Luca, 21 anni, originario di Scorrano; Marco De Vitis, 43 anni, di Supersano; Francesca Ferrandi, 26 anni, originaria di Scorrano e residente a Madone (in provincia di Bergamo); Massimiliano Filippo, chiamato “Cuoco”, 43 anni, di Scorrano;
Gloria Fracasso, detta “Bessy”, 47 anni, di Scorrano;Gianpiero Gallone, 28 anni, di Scorrano; Giuseppe Grasso, 50 anni, di Lecce; Hamid Hakim, 29 anni, di origini marocchine, ma residente a Madone (in provincia di Bergamo);
Luigi Antonio Maraschio, 54 anni, di Maglie; Salvatore Maraschio, detto “Totò”, 25, di Maglie; Andrea Marsella, 27 anni, di Maglie; Donato Mega, detto “Duccio”,  37 anni, di Scorrano; Simone Natali, 30 anni, di Scorrano; Matteo Peluso, 27 anni, di Scorrano; Giorgio Piccinno, detto “Bambi”, 30 anni, di Scorrano; Sarah Piccinno, 36 anni, di Scorrano; Luca Presicce, 26 anni, di Scorrano;Matteo Presicce, detto “Saulle”, 27 anni, di Scorrano;Giorgio Rausa, chiamato “Giorgino”, 24 anni, di Scorrano; Luigi Rausa, 45 anni, di Scorrano; Salvatore Rausa, detto “Pizzileo”, 31 anni, di Scorrano; Matteo Rizzo, detto “Penna” o “Pennetta”, 22 anni, di Scorrano; Daniele Rosato, 22 anni, di Scorrano; Luca Rosato, 24 anni, di Scorrano; Mirko Ruggeri, detto “Stromeberg”, 45 anni, di Scorrano; il sindaco Stefanelli, indagato; Franco Frisari Tamborino, 39 anni, di Maglie; Giovanni Verardi, detto “Briga”, 51 anni, di Scorrano; Matteo Zezza, 26 anni, di Scorrano.

Scacco matto alla criminalità nel salento,  trenta arresti sono stati portati a termine nella notte dai carabinieri impegnati in un operazione antimafia.
Un blitz fulmineo nella zona del circondario magliese.
Diciannove le persone confinate in carcere, 11 quelle ai domiciliari.

Tra gli indagati, accusato di associazione esterna, anche il primo cittadinoo di Scorrano, Guido Nicola Stefanelli.

Stefanelli, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa, avrebbe promesso di favorire l’aggiudicazione di  appalti pubblici,  come la gestione  del parco comunale “La Favorita” a quella del chiosco bar che si trova proprio nell’area parco  del comune.

Il primo cittadino avrebbe garantito l’affidamento dei parcheggi comunali,  ottenendo,  il sostegno del clan nelle competizioni elettorali che lo vedevano partecipe.

Pel il resto dei coinvolti le accuse contestate sono di associazione mafiosa, attentati, detenzione di armi, esplosivo e droga.

L’operazione – denominata “Tornando” – è stata eseguita dai militari del Comando provinciale di Lecce coordinati dal procuratore aggiunto della Dda Guglielmo Cataldi e dal sostituto procuratore Maria Vallefuoco.
Nella mattinata è prevista una conferenza stampa per definire i punti salienti dell’indagine che hanno portato al blitz di questa notte

Back to top button
Close