Cronaca

ACCESSIBILITÀ, 4 SEDIE JOB SULLE SPIAGGE NERETINE

Dotate della sedia Santa Maria, Sant’Isidoro e Lido dell’Ancora.

Da qualche giorno le spiagge del litorale neretino sono dotate della sedia Job, che consente l’accesso direttamente al mare alle persone con disabilità. L’amministrazione comunale, infatti, ha sfruttato un apposito finanziamento della Regione Puglia che ha dotato così i 69 comuni costieri pugliesi di sedie attrezzate per favorire appunto l’accesso in mare dei cittadini diversamente abili in condizioni di totale sicurezza.

Al Comune di Nardò la dotazione finanziaria accordata ha consentito l’acquisto di sei sedie (quantità prevista in relazione al numero di chilometri di costa), le prime quattro consegnate immediatamente ai gestori dei lidi di Santa Maria al Bagno, Sant’Isidoro e Lido dell’Ancora e le restanti due che saranno destinate nella prossima stagione estiva. L’amministrazione comunale ha provveduto poi con propri fondi di bilancio all’acquisto e alla installazione delle passerelle da venti metri ciascuna per consentire ai disabili l’accesso alla spiaggia di Lido dell’Ancora (mentre Santa Maria al Bagno e Sant’Isidoro ne erano già provviste) e consentire loro di fruire delle bellezze di questo tratto di costa.

La sedia job è un’attrezzatura per il trasporto di disabili ed anziani adatta al mare, ma anche alla neve o al trekking off-road. È munita, infatti, di una coppia di ruote studiate per il trasporto agevole su tutti i tipi di fondo (sabbia, ciottoli, neve) e permette di entrare in acqua restando comodamente seduti perché è costruita con materiali in lega che non temono la salsedine. Si può trasportate anche in veicoli di piccole dimensioni, è facile e divertente da usare ed è la soluzione ideale per gli impianti balneari, stazioni sciistiche e campeggi non provvisti di attrezzature per l’agevole soggiorno di persone con problemi di mobilità temporanea e permanente. “Job”, curiosamente, è in realtà l’acronimo di “Jamme ‘o bagno”, un invito accattivante in dialetto napoletano a fare un bagno in mare.

“Non è immaginabile oggi – commenta l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio – che l’utenza diversamente abile non possa fruire del mare e godere di una risorsa meravigliosa di questa terra. Il diritto delle persone con disabilità ad accedere al mare in sicurezza è sacrosanto e la Regione Puglia ha dimostrato una sensibilità eccezionale dotando i Comuni costieri dei fondi necessari per l’acquisto delle sedie e, di fatto, dando rilevanza a un tema molto importante che è quello dei problemi e delle esigenze di questi cittadini, di cui non dovremmo mai dimenticarci”.

“Non bisogna dimenticare – aggiunge il consigliere con delega alla pesca e alla valorizzazione delle risorse del mare Giuseppe Verardi – che esistono obblighi per i Comuni, come quelli stabiliti dalla legge regionale n. 17 del 2015 e dall’ordinanza balneare della Regione, sul fatto di garantire ai disabili l’accesso al mare e di rendere idonei in tal senso gli accessi pubblici. Un altro piccolo passo questo, ma enormemente significativo, per rendere le spiagge e il nostro mare davvero alla portata di tutti”.

Back to top button
Close