Home / Spettacolo&Cultura / A CORIGLIANO D’OTRANTO SERGIO SYLVESTRE

A CORIGLIANO D’OTRANTO SERGIO SYLVESTRE

Il Salento Book Festival lunedì 2 luglio torna di scena a CORIGLIANO D’OTRANTO. Tre gli appuntamenti previsti in piazza Vittime di Mafia, nei pressi del Castello.

Protagonista della serata sarà SERGIO SYLVESTRE con il suo “BIG BOY. SE NON FOSSE STATO PER LA MUSICA” edito da Rizzoli. “Ci sono cose di me che non vi ho ancora detto, tante altre che non ho mai detto a nessuno. Le ho raccolte in questo libro. Spero che vi piaccia”: così il vincitore di Amici 15, presentando il suo primo romanzo autobiografico, scritto insieme a Guido Mazzoleni.

Sylvestre, 27 anni, è nato a Los Angeles da madre messicana e padre haitiano. Aveva il sogno di diventare un giocatore di football professionista ma è sfumato a causa di un incidente. Ha trovato in Italia un’ancora di salvezza quando circa sei anni fa si è innamorato della Puglia e del Salento, dove si è trasferito e dove ha ritrovato il sorriso dopo un lungo periodo di depressione e incertezza. Ha deciso poi di scommettere tutto sulla sua passione per la musica ed è arrivato fino ad Amici.

“Voglio provare ad aiutare tutte le persone che si sono sempre sentite dire che non ce la possono fare, voglio dare una speranza a chi crede di non avere un’alternativa a ciò che la vita, la famiglia, la scuola o la società sembra aver deciso per lui – dice nel libro. Voglio dirgli che non deve accontentarsi; voglio dirgli di ascoltare il cuore e assecondare le proprie inclinazioni, senza nascondersi mai. Voglio regalare agli altri il sorriso che mio padre ha regalato a me”.

Appuntamento ore 20.30. Incontra l’autore VALERIA BLANCO.

A seguire, alle ore 21.30, sempre in Piazza Vittime di Mafia, PINO STRABIOLI presenta il libro “SEMPRE FIORI, MAI UN FIORAIO” (Rizzoli), libro-conversazione con Paolo Poli, con un lieto fine scritto da FRANCA VALERI. Una sorta di biografia dell’indimenticato attore e regista teatrale italiano raccontata a tavola e messo nero su bianco dalla penna di Pino Strabioli, che con Poli recitò nel 1997 ne I viaggi di Gulliver. Il libro è un viaggio tra arguzie e racconti di uno dei più geniali interpreti del teatro italiano.

Incontra l’autore CHIARA ELEONORA COPPOLA.

La presentazione del libro avverrà con la partecipazione musicale di EMANUELA GABRIELI, CARLA PETRACHI, MARCO TUMA che presentano il progetto “NANNARÈ. OMAGGIO A GABRIELLA FERRI”. Fellini la definiva “un pagliaccio di razza” e l’immagine calza perfettamente: il pagliaccio è una figura misteriosa, è condannato a far ridere e ha dunque una sua latente ma costante tragicità.

Gabriella Ferri, con la sua voce era ed è ancora capace di toccare le diverse corde dell’animo umano. Un cuore assai rappresentativo della melodia italiana. Emanuela Gabrieli, cantante e attrice salentina, rende omaggio ad un’artista da lei profondamente amata, fonte di continua ispirazione, insieme a Carla Petrachi al pianoforte e Marco Tuma ai fiati.

La serata sarà aperta allo ore 20 dall’incontro con gli studenti dell'”Istituto Galilei-Costa” di Lecce, autori della campagna sociale “MaBasta” contro il bullismo.

Il Salento Book Festival, che, partito il 7 giugno, continua con appuntamenti a Gallipoli, Galatone, Galatina e Nardò, fino al 22 luglio, si conferma La Festa dei Libri, la Movida dei Lettori, e dunque una solida piattaforma da cui tuffarsi in un mare di storie.

Ogni anno, la manifestazione, organizzata come sempre dall’associazione culturale Festival Nazionale del Libro, presieduta dall’ideatore della manifestazione, Gianpiero Pisanello, ospita gli scrittori delle più importanti case editrici nazionali, ma anche personalità del mondo dello spettacolo, della cultura, dell’arte, della musica, dello sport e della comunicazione.

Oltre alle presentazioni dei libri, il programma si arricchisce con concerti, reading, live show, laboratori di lettura e iniziative legate al mondo dei libri dedicate ai bambini e ragazzi.

Il libro come occasione di incontro e confronto, nelle piazze, sui sagrati delle chiese, tra le strade e i vicoli. Il successo di pubblico ottenuto negli ultimi sette anni dal Festival Nazionale del Libro conferma che il segmento cultura non sia semplicemente un’altra chance per creare appeal in una terra di per sé attrattiva, piuttosto un investimento logico e quasi scontato per una comunità che non deve dimenticare la ricchezza che un libro può contenere e la semplice bellezza di una storia tra le pagine.

La rassegna itinerante fa tappa quest’anno in cinque centri del territorio salentino confinanti, tutti ricchi di storia e tradizione, che in questo caso accolgono autori e pubblico in luoghi di pregio, simbolo della propria comunità. Piazze, castelli, sagrati, vicoli e corti che diventano teatro di libri, su scenografie di pietra leccese e carparo o di azzurro mare.

Il Salento Book Festival è finanziato dall’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia nell’ambito del FSC 2014-2020 e con la partecipazione di Comune di Corigliano d’Otranto, Città di Galatina, Comune di Galatone, Comune di Gallipoli e Città di Nardò. L’evento è patrocinato dall’Università del Salento e da Puglia Events.

 

Autore Articolo Redazione