- Advertisement -
Home Territorio FAI DA… SET, NARDÒ PROTAGONISTA DELLE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA

FAI DA… SET, NARDÒ PROTAGONISTA DELLE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA

- Advertisement -

Nardò torna protagonista delle Giornate Fai di Primavera. Il 24 e 25 marzo 2018, infatti, la XXVI edizione della prestigiosa manifestazione del Fondo per l’Ambiente Italiano coinvolgerà anche la città neretina con due suoi bellissimi immobili storici: il Castello Acquaviva Personè e la chiesa di Santa Teresa.

 

Nardò torna protagonista delle Giornate Fai di Primavera. Il 24 e 25 marzo 2018, infatti, la XXVI edizione della prestigiosa manifestazione del Fondo per l’Ambiente Italiano coinvolgerà anche la città neretina con due suoi bellissimi immobili storici: il Castello Acquaviva Personè e la chiesa di Santa Teresa.

Oltre a Nardò, anche Lecce e Galatina rientrano nell’affascinante itinerario 2018 Fai da… set, che prevede l’apertura straordinaria di questi due immobili. Il tema è legato ai luoghi della cultura che sono stati anche luoghi scelti dal cinema, come nel caso del Castello, nei mesi scorsi set della fiction Mediaset dedicata a Renata Fonte, in onda a gennaio su Canale 5. Nel Castello, in particolare, sarà possibile usufruire di visite guidate nell’ammezzato dell’edificio (recentemente riqualificato e allestito con i dipinti di proprietà del Comune di Nardò), nella mostra dedicata a Vittorio Bodini, nella sala consiliare intitolata a Renata Fonte e nella sala Giunta, con un’attenzione particolare alle opere di Michele Gaballo e di Ercole Pignatelli e ai quadri seicenteschi che ritraggono i Santi Protettori della città. In questa occasione, peraltro, sarà inaugurato il Museo della Città e del Territorio, ospitato proprio nell’ammezzato del Castello. Non è casuale la centralità del Castello in iniziative di questo tipo, considerata la strategia dell’amministrazione comunale di svuotarlo gradualmente dagli uffici comunali e di renderlo un contenitore culturale, quindi di porlo al centro di strategie di recupero e valorizzazione, come dimostrano i progetti sul recupero dei sotterranei e Salento Arco Jonico. Per le Giornate Fai saranno stampati due opuscoli dedicati al Castello e alla chiesa di Santa Teresa, con le notizie di carattere storico utili alla completa fruibilità dei beni. Referente dell’itinerario neretino è Giancarlo De Pascalis.

Le Giornate Fai di Primavera sono possibili ogni anno grazie all’impegno di 118 delegazioni (tra cui quella di Lecce) e 74 gruppi Fai territoriali, di oltre 7000 volontari e di numerose istituzioni pubbliche e private. La manifestazione ha l’obiettivo di valorizzare e promuovere la fruizione del patrimonio culturale italiano attraverso l’apertura al pubblico di beni normalmente inaccessibili o poco conosciuti.

“L’interesse del Fai per la nostra città – sottolinea l’assessore alla Cultura Ettore Tollemetoci riempie d’orgoglio, perché le Giornate sono una iniziativa di grande pregio, stimolante e partecipatissima. L’Italia del resto è un Paese meraviglioso e in parte ancora sconosciuto. Noi apriamo due immobili che magari sono conosciuti solo superficialmente come la chiesa di Santa Teresa e il Castello. Quest’ultimo, in particolare, è al centro di un complesso processo che lo renderà un contenitore culturale ricco come pochi altri sul territorio. È un’altra conferma della leadership sul turismo culturale nella fascia jonica salentina che Nardò si è guadagnata con merito”.

“Le Giornate Fai – aggiunge l’assessore al Turismo Giulia Puglia sono un modo per riscoprire gioielli del nostro territorio che meritano di essere conosciuti meglio e sono anche l’occasione per far crescere l’attenzione sulla nostra città, veicolandola in un circuito di qualità. Negli anni scorsi, del resto, questa iniziativa ha portato a Nardò migliaia di presenze. Da sempre puntiamo a un turismo di nicchia, colto, competente e questa è una manifestazione molto importante per accreditarci presso una certa sfera di turisti e visitatori innamorati del patrimonio italiano”.

 

Da leggere

Il Regalo Sospeso – Nardò Per Bene

Il Natale è condivisione, affetto e aiuto verso il prossimo. Noi di Nardò Per Bene abbiamo fatto della Solidarietà un punto cardine del nostro...
- Advertisement -

BIBLIOTECA, L’ASSESSORE TOLLEMETO RESPINGE LE ACCUSE: «ALTRO CHE CHIUSURA! LAVORIAMO PER TENERLA APERTA OGNI POMERIGGIO»

L’esponente della giunta Mellone riceve anche il “like” del sindaco di Galatone Flavio Filoni, che sembrava pronto a portare nella sua città il patrimonio...

BIBLIOTECA, BACCASSINO GLIELE CANTA A MELLONE

Dico sempre che un artista non dove schierarsi politicamente perché deve essere sempre libero di dire la sua senza vincoli di parte. Deve andare...

IL CASO BIBLIOTECA SI SCATENA SUI SOCIAL: MAURO MARINO, NO ALLA CHIUSURA DELL’EX-CRSEC

Nardò è la seconda città del Salento. Città bella con una grande storia, un bellissimo e sontuoso borgo antico testimone di un passato nobile...

Notizie correlate

Il Regalo Sospeso – Nardò Per Bene

Il Natale è condivisione, affetto e aiuto verso il prossimo. Noi di Nardò Per Bene abbiamo fatto della Solidarietà un punto cardine del nostro...

BIBLIOTECA, L’ASSESSORE TOLLEMETO RESPINGE LE ACCUSE: «ALTRO CHE CHIUSURA! LAVORIAMO PER TENERLA APERTA OGNI POMERIGGIO»

L’esponente della giunta Mellone riceve anche il “like” del sindaco di Galatone Flavio Filoni, che sembrava pronto a portare nella sua città il patrimonio...

BIBLIOTECA, BACCASSINO GLIELE CANTA A MELLONE

Dico sempre che un artista non dove schierarsi politicamente perché deve essere sempre libero di dire la sua senza vincoli di parte. Deve andare...

IL CASO BIBLIOTECA SI SCATENA SUI SOCIAL: MAURO MARINO, NO ALLA CHIUSURA DELL’EX-CRSEC

Nardò è la seconda città del Salento. Città bella con una grande storia, un bellissimo e sontuoso borgo antico testimone di un passato nobile...

PAOLA MITA: “SONO FINTI RIVOLUZIONARI SENZA STORIA”

La giustificazione dell Assessore Tollemeto è una pezza messa male e cucita peggio! Quanto tempo ci vorrà prima che si realizzi quanto voluto dall’amministrazione? E...
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui