- Advertisement -
Home Agorà Costume e Società Covid e scuola gioie e dolori….. Puglia caso di studio?

Covid e scuola gioie e dolori….. Puglia caso di studio?

- Advertisement -

-Di Antonio Palumbo-

E’ drammaticamente sotto gli occhi di tutti come la scuola in Puglia, seppur iniziata con qualche settimana di ritardo rispetto al resto d’Italia, abbia rappresentato un caso di studio a livello nazionale per la fastidiosa contrapposizione, sfociata anche in provvedimenti del TAR, delle istituzioni a vari livelli.

L’emergenza attuale sanitaria continua non solo a mietere vittime ma mette in solare evidenza scollegamenti istituzionali, impreparazione e improvvisazione dirigenziale a tutti i livelli e questo è drammaticamente emerso nel mondo della scuola.

In attesa dei turbo banchi del ministro Azzolina il governo regionale, bontà sua, ha adottato un provvedimento che poi è stato smentito dall’ormai diffuso DPCM dell’ultim’ora ancora una volta scritti in un giuridichese incomprensibile anche agli addetti ai lavori.

La contrapposizione sociale tra le mamme pro-DAD e quelle pro-scuola in presenza, alimentata dal conseguente provvedimento regionale emesso da Ponzio Pilato, non ha tenuto in debita considerazione quelle che potrebbero essere le ulteriori persone coinvolte in questa diatriba, ovvero le docenti di  scuola dell’infanzia, che rivendicano una maggiore attenzione da parte dell’opinione pubblica.

È certamente scottante il tema della tutela della salute in ambito scolastico ed in particolare per la classe docente di scuola dell’infanzia, categoria maggiormente esposta al rischio contagio Covid-19 a causa dell’età dei bambini, della mancanza di uso delle mascherine da parte degli stessi e dal tipo di organizzazione didattica, educativa e pedagogica che non permette di mantenere il distanziamento sociale di almeno un metro, nonché DPI (dispositivi di protezione individuale) forniti dalle istituzioni scolastiche non sempre di qualità adeguata, come (da foto allegate).

Il diritto alla salute, costituzionalmente tutelato dall’art. 32, in questa circostanza andrebbe fortemente messo al centro dell’attenzione stante la natura sociale in quanto tutelando la salute dei cittadini si rende possibile la fruizione degli altri diritti  primo fra tutti il lavoro con le conseguenti norme sulla sicurezza sul posto di lavoro che, come noto, impongono al datore di tutelare la salute del dipendente al momento dell’impiego.

Accade, purtroppo, che tale diritto non trovi attuale tutela giacchè non sono rare le violazioni, anche gravi, poste in essere proprio da quel datore di lavoro, lo Stato, che dovrebbe per prima tutelare la saluta pubblica.

Le sanificazionei, per citare un esempio, che sono necessarie e frequenti nelle scuola per ridurre il diffondersi del virus, vengono effettuate da ditte appaltate dalle scuole attraverso il MEPA (mercato elettronico della pubblica amministrazione) e non sempre sono garanzia di sicurezza e trasparenza giacchè spesso appaiono inadeguate al tipo di intervento da effettuare, si utilizzano strumenti e/o prodotti che contengono delle tossicità posologiche che permangono a distanza di giorni dall’effettuazione dell’operazioni con inevitabili rischi per gli utenti.

Ragione per cui, sul noto socialnetwork Facebook, è nato un gruppo denominato “Insegnanti non sante” il cui scopo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica ad un’attenzione diversa verso la categoria, spesso offesa e umiliata, anche dai canali di stampa dove rimbalzano ripetutamente solo le notizie delle maestre violente.

La classe docente scuola infanzia merita un rispetto ed una garanzie di tutela della salute e della professionalità che, senza esagerazione, è pari a quella dei medici e delle infermiere.

Questo perché, come già detto in questi mesi, la scuola è il primo luogo di socialità e di relazione ma anche veicolo di contagio soprattutto in questo drammatico momento.

Sicchè se si deve dar seguito al valore della scuola come di un luogo di vita e di formazione di una cittadinanza attiva per il futuro del Paese è necessario garantire il più possibile la tutela del personale che dedica la sua vita allo sviluppo culturale e morale di una società.

In questo momento drammatico, invece, la categoria vive la sensazione ungarettiana dei soldati “si sta come le foglie in autunno” con un oggettiva difficoltà psico-fisica a svolgere la propria missione educativa in quanto si avverte un forte senso di abbandono ad un destino incerto.

- Advertisement -

Stay Connected

[td_block_social_counter facebook=”#” manual_count_facebook=”16985″ manual_count_twitter=”2458″ twitter=”#” youtube=”#” manual_count_youtube=”61453″ style=”style3 td-social-colored” f_counters_font_family=”450″ f_network_font_family=”450″ f_network_font_weight=”700″ f_btn_font_family=”450″ f_btn_font_weight=”700″ tdc_css=”eyJhbGwiOnsibWFyZ2luLWJvdHRvbSI6IjMwIiwiZGlzcGxheSI6IiJ9fQ==”]

Must Read

Il 2020 si chiude con un grande riconoscimento per il Team Galeone Calignano e per i suoi ragazzi.

La FIDS/CONI nell'impossibilità di organizzare in presenza,per le norme di contenimento del covid, ha comunque premiato con LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE DEI CAMPIONI tutti...
- Advertisement -

L’ARCHITETTURA E LA LUCE: IL CASO DI PIAZZA SALANDRA A NARDÒ

DI Francesco Metafune, Gloria Crisogianni laureandi in Architettura presso il Politecnico di Milano e Torino Siamo ormai arrivati nel pieno del periodo natalizio e le...

INTELLIGENTI PAUCA: IL RICAMBIO

Frate Augustino ci ha raccontato di quanto sia importante in politica il c.d. “ricambio generazionale”  che possa dare ad un partito o a un...

Puglia -“Il COVID ci sta decimando”: il grido d’allarme del sindacato di Polizia.

Nonostante l’attuale pandemia le forze dell’ordine seguitano a svolgere un lavoro encomiabile per la sicurezza in tutta la nazione e malgrado i contagi stiano...

Related News

Il 2020 si chiude con un grande riconoscimento per il Team Galeone Calignano e per i suoi ragazzi.

La FIDS/CONI nell'impossibilità di organizzare in presenza,per le norme di contenimento del covid, ha comunque premiato con LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE DEI CAMPIONI tutti...

L’ARCHITETTURA E LA LUCE: IL CASO DI PIAZZA SALANDRA A NARDÒ

DI Francesco Metafune, Gloria Crisogianni laureandi in Architettura presso il Politecnico di Milano e Torino Siamo ormai arrivati nel pieno del periodo natalizio e le...

INTELLIGENTI PAUCA: IL RICAMBIO

Frate Augustino ci ha raccontato di quanto sia importante in politica il c.d. “ricambio generazionale”  che possa dare ad un partito o a un...

Puglia -“Il COVID ci sta decimando”: il grido d’allarme del sindacato di Polizia.

Nonostante l’attuale pandemia le forze dell’ordine seguitano a svolgere un lavoro encomiabile per la sicurezza in tutta la nazione e malgrado i contagi stiano...

AIUTI COVID19 ECCO L’AVVISO PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI DISPONIBILI AD ACCETTARE I BUONI SPESA

È stato pubblicato questa mattina sul sito web del Comune l’avviso per l’acquisizione di manifestazioni di interesse da parte degli esercizi commerciali e delle...
- Advertisement -