venerdì, Settembre 25, 2020

SU CASTELLINO UN FIUME DI CHIACCHIERE. NATALIZIO LA SMETTA DI PRENDERSI GIOCO DEI NERETINI, IL SUO E’ UN COMPORTAMENTO VERGOGNOSO”

Essendo in piena campagna elettorale, l’assessore all’ambiente Mino Natalizio gioca la solita carta del “piano di caratterizzazione” dell’ex discarica di Castellino nel tentativo di confondere i neretini. Purtroppo le rassicurazioni di Natalizio circa le sorti dell’impianto, non supportate da atti concreti, non fanno stare tranquilli. D’altra parte, è bene ricordarlo, Natalizio è stato assessore comunale all’Ambiente per anni e anni e sotto varie amministrazioni. Quasi sempre senza mai candidarsi. Inoltre è stato componente del Consiglio d’Amministrazione dell’Ato, in una fase storica in cui si poteva e si doveva pretendere l’adeguamento della tariffa da parte dei comuni che conferivano rifiuti a Castellino, adeguamento che avrebbe fatto incassare al nostro Comune le somme per il ristoro ambientale, la messa in sicurezza e dunque una garanzia per la fase di post gestione dell’impianto. Cosa fece Natalizio quando sedeva in quell’organismo, oltre ad occupare l’ennesima poltrona? Adesso invece ci ritroviamo con il duo Mellone-Natalizio che da quattro anni parla, anzi stra-parla, di imminente messa in sicurezza dell’impianto e ancora sentiamo parlare di conferenze di servizi, rimbalzi di responsabilità fra società, Comune, Regione, ecc.

Si arriva oggi, così, all’ennesimo annuncio inconcludente in piena campagna elettorale, nel quale non vengono forniti ai cittadini date, tempi e soprattutto aggirando, ancora una volta, il vero tema che riguarda Castellino, cioè quali siano i fondi che verranno utilizzati per mettere in sicurezza la discarica. Un tema rispetto al quale Natalizio, da parolaio qual è sempre stato, si divincola, raccontando costantemente storielle di conferenze dei servizi inconcludenti (ve ne sono state a decine su Castellino).

Oggi Natalizio afferma che “nelle prossime settimane verrà approvato il progetto di chiusura definitiva e post-gestione e potremmo mettere la parola fine all’impianto”. Una frase ripetuta a pappagallo negli anni. Ricordo ai neretini, infatti, che un precedente annuncio simile di Natalizio risale ad oltre due anni fa, il 15 Marzo 2018, (invito i neretini a verificare) quando uno dei suoi innumerevoli comunicati sconclusionati titolava così “Castellino, epilogo sempre più vicino. Se la discarica di Nardò si potesse mettere in sicurezza coi giri di parole, Natalizio avrebbe da tempo raggiunto l’obiettivo e gli avremmo fatto i complimenti anche dall’opposizione.

Lorenzo Siciliano
Consigliere Comunale
Partito Democratico

- Advertisement -

More Articles Like This

- Advertisement -