venerdì, Settembre 25, 2020

FRATE AUGUSTINO: “IL FIBRILLATORE”

Carneade chi è costui?” (Citazione Promessi Sposi – apertura 8° capitolo).Questa mattina il nostro inviato speciale si è recato presso il Convento dell’Incoronata per chiedere allo storico Frate Augustino se dal suo segreto archivio vi è traccia di tal Geom. Gianni Pellegrino sconosciuto alla massa.
Frate Augustino ci spiega subito chi è il soggetto interessato.Pellegrino Giovanni Paolo è stato uno dei tanti consiglieri comunali “per caso” che ha avuto questa Città.Ha visto il Consiglio Comunale fortunatamente nel 2002 con un ripescaggio al secondo turno e dopo lo scalare di molti consiglieri dimessisi per fare gli assessori. I suoi voti di preferenza furono intorno ai 120, media che ha sempre avuto anche in altre occasioni in cui rimase a terra a guardare il sole.Chiamato anche il Signor Casilli per via del suo matrimonio con la simpaticissima farmacista Beba sorella però di un indigeribile della nostrana politica ossia Cosimo Casilli eternamente trombato.”Lu Gianni” nel 2002, invece di ringraziare Nostro Signore” per essere entrato in Consiglio Comunale , si distinse, insieme a due altri desaparecido, solo per le sue continue fibrillazioni.Infatti, non si accontentava di essere stato miracolato a fare il Consigliere.”Lu Gianni” ulia cu facia l’assessore. Assessore che nessuno li fece fare.E quando, ad una riunione di maggioranza, i toni si fecero  alti, allu Gianni arrivò “nu scarafone intra la faccia di Capudialu” al secolo Giovanni Siciliano. Denuncia e processo con testimoni che non si presentavano mai e poi fini tutto a tarallucci e vino.Questa è dal 2002 al 2007 la breve parentesi politica dell’eterno aspirante Gianni Pellegrino.Come la Mita e il Marinaci, “lu Gianni” si vuole candidare alle regionali per cercare di avere un risultato apprezzabile a Nardò per poi rivendicare l’anno prossimo la candidatura a Sindaco.Ovvero quello di essere un valore aggiunto.Fa paura prendere atto che in alcune persone vi è tanta incoscienza.

Visualizza articolo

- Advertisement -

More Articles Like This

- Advertisement -