giovedì, Agosto 13, 2020

OFFICINA CITTADINA “CITOFONA” AL PREFETTO E AD ALTRE AUTORITÀ COMPETENTI NELLE DIVERSE SEDI

E’ stato formalmente richiesto l’INTERVENTO IMMEDIATO di più Autorità, a cominciare dal Prefetto di Lecce, per correggere le irregolarità presenti nel modulo di “domanda”, relativa ai “buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari”, predisposto dal Comune di Nardò. Sono stati segnalati tutti gli aspetti non conformi a quanto espressamente disposto nell’ “Ocdpc n.658 del 29 marzo 2020, “Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili”, con cui sono state previste le “risorse da destinare a misure urgenti di solidarietà alimentare”. L’esposto è stato regolarmente inoltrato a mezzo Posta Elettronica Certificata e ricevuto dalle Autorità destinatarie in data odierna.
Di fronte al rischio di esclusione di molti neretini, anche in considerazione del messaggio distorto che poteva giungere a chi non è aduso al linguaggio burocratico (in specie l’anomalo riferimento all’ISEE “inferiore a 5mila euro” 2019) e poteva essere indotto a credere che con un ISEE maggiore non si aveva diritto dagli aiuti, QUANDO COSI’ NON E’, e ad altri aspetti che pure vanno corretti in quanto non in linea con la predetta ordinanza del Commissario Silletti, non è rimasto altro che coinvolgere le Autorità del caso.
Tanto per opportuna conoscenza della cittadinanza. Officina Cittadina
Il Responsabile Relazioni Esterne Giuseppe Zacà

[magic_carousel settings_id=’7′]
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

More Articles Like This

- Advertisement -