sabato, Giugno 6, 2020

MARCELLO RISI: EMERGENZA CORONAVIRUS. E’ IMPORTANTE CONOSCERE IL NUMERO PRECISO DEI DECESSI

La terribile tristissima vicenda che ci ha colpito ci sta cambiando e, probabilmente, ci cambierà per sempre. Ciascuno di noi avverte in maniera sempre più forte che quando tutto sarà finito, speriamo il più presto possibile, tanto della nostra vita sarà diverso. Parlando con noi stessi, a bassa voce, già ce lo diciamo: molte nostre scelte, da quelle in apparenza (spesso solo in apparenza) più piccole a quelle più significative, le affronteremo con un approccio diverso.
Intanto c’è una durissima realtà da affrontare: sanitaria, economica, sociale. Primo obiettivo: proteggere chi è più debole. Poi fare di tutto, e farlo con urgenza, perché questo virus maledetto non pieghi il tessuto connettivo delle nostre comunità.
E’ essenziale non ripetere i gravissimi errori di sottovalutazione della prima fase. Li stiamo pagando molto cari. Come stiamo pagando amaramente la superficialità di assurde scelte di politica sanitaria. Che stupidaggine si è rivelata il taglio incessante, quasi ossessivo direi, dei posti letto negli ospedali. O la politica assurdamente restrittiva dell’accesso alle nostre facoltà di medicina, quasi che i giovani bravi medici fossero un intralcio.
Ritengo necessario, oggi, mettere insieme tutte le forze in campo per dare il massimo. E avere a disposizione quanti più dati possibile per fronteggiare l’emergenza.
Abbiamo innanzitutto bisogno di conoscere con certezza il numero dei decessi nelle nostre città, in confronto a quello dello scorso anno e dell’anno precedente. Sappiamo, infatti, che molti numeri ufficiali legati all’epidemia in corso sono purtroppo errati per difetto. Il raffronto fra i decessi (settimana per settimana) di questi mesi, con i corrispondenti periodi del 2018 e del 2019, può consegnarci ulteriori elementi di riflessione e essere di prezioso ausilio nelle scelte che si andranno a compiere.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

More Articles Like This

- Advertisement -