Nardò

💣💣💣TONY ROMANO LANCIA LA PIETRA E NASCONDE LA MANO💣💣💣

Ieri il consigliere comunale di Andare Oltre ha scritto un post offensivo su Facebook. In molti hanno pensato a un’invettiva contro un collega della minoranza. L’autore del post smentisce

Abbiamo atteso 24 ore e la replica del consigliere comunale Tony Romano è arrivata. Non ha scritto ad Agorà (solo noi e un altro portale abbiamo dato la notizia) ma ha pubblicato un nuovo post su Facebook nel quale scrive: “Alcuni amici mi hanno avvisato di alcune polemiche nate a causa di un mio post che nulla ha a che fare con il consiglio comunale! Le ho lette anch’io poco fa e sono rimasto stupefatto. Tranquillizzatevi cari urlatori: avete proprio sbagliato bersaglio. Il post di ieri sera è totalmente estraneo all’attività politico-amministrativa e legato ad avvenimenti totalmente personali. Si tratta di polemiche veramente sciocche e dannose per la convivenza tra persone civili”. Prendiamo atto del post del consigliere Romano ma ci preme ricordargli qualcosa: Il post è stato scritto durante il consiglio comunale. Se si tratta, come dice, di un post “legato ad avvenimenti totalmente personali”, significa che durante il consiglio comunale Romano scrive su Facebook post “di fatti suoi”. Il consigliere Romano è un militare e quindi dovrebbe mantenere un certo contegno anche nell’esprimersi su Facebook (per chi se lo fosse perso, ripubblichiamo qui sotto il suo post del dieci febbraio). Il consigliere Romano scrive la sera delll’ undici che le polemiche sul suo post le avrebbe lette “poco fa”: sappiamo con certezza che il consigliere è stato informato il dieci.
Il consigliere Romano poi è recidivo: sempre il dieci abbiamo pubblicato un altro suo post, di tre anni fa, perlomeno “ambiguo” nell’accusare un attivista politico “anti-Mellone” senza mai citarlo. 
Dopo la pubblicazione dell’articolo, ieri abbiamo ricevuto screenshot di altri suoi post contenenti insulti vaghi ma ogni volta riconducibili secondo alcuni a qualcuno in particolare, oppure post contenenti presunte offese a donne magari mentre l’Amministrazione Comunale  sostiene battaglie contro la violenza sulle donne. Il consigliere Romano, insomma, farebbe bene a non esagerare con gli insulti su Facebook visto il doppio ruolo che ricopre di militare e di consigliere comunale. Oppure, se vuole indirizzare i suoi strali ai diretti interessati, lo faccia in maniera esplicita, senza nascondersi dietro generiche allusioni che denotano poco “coraggio”.
Vi terremo aggiornati sugli sviluppi, fiduciosi che gli amici di Romano lo avviseranno.

Back to top button
Close