Galatone

GALATONE: COMUNICATO STAMPA DELL’OPPOSIZIONE

RICHIESTO CONSIGLIO COMUNALE ALL'APERTO PER LE CONCESSIONI DEI SERVIZI CIMITERIALI E DEL CENTRO SPORTIVO POLIVALENTE

Questa mattina i Consiglieri di opposizione Campa, Nisi, Roseto, Tundo, Alemanno e l’indipendente De Monte, hanno protocollato una richiesta per un Consiglio Comunale Straordinario all’aperto, in merito alle concessioni per i servizi cimiteriali e il Centro Sportivo Polivalente decise dalla attuale maggioranza. Riteniamo che il lasso di tempo di queste concessioni, rispettivamente di 30 anni per i servizi cimiteriali e di 15 anni per la gestione della piscina, sia eccessivamente lungo per poter prevedere le ricadute sul territorio sia in termini positivi ma soprattutto in termini negativi. Già più volte in consiglio comunale ci siamo espressi contrariamente a tali decisioni, e da tempo cerchiamo di monitorare i passaggi burocratici attraverso l’accesso agli atti. In seguito alla pubblicazione della gara per la concessione dell’ampliamento del cimitero e la gestione dei servizi annessi, durante il periodo natalizio, e la Delibera di Giunta Municipale n 266 del 18 dicembre u.s., abbiamo richiesto l’accesso agli atti per valutare con maggiore chiarezza entrambi i Project Financing approvati dalla maggioranza. Le bozze delle convenzioni di entrambe le proposte non sembrano apportare reali benefici ai cittadini né tanto meno alle casse comunali. La gestione privata dei servizi cimiteriali determinerà un considerevole aumento delle varie tariffe a carico dei cittadini, mentre il Comune si impegna a risarcire la futura azienda concessionaria con un premio economico in caso di mancato guadagno. La gestione della piscina nel Centro Sportivo Polivalente, a parità di guadagno rispetto a quello attuale per le casse comunali, non prevede ulteriori vantaggi in quanto la manutenzione straordinaria del bene, compresa quella strutturale che è il nodo più dolente, rimane a carico del Comune. Questi i punti che emergono con maggior evidenza dalla lettura dei documenti, ma tanti altri aspetti non sono chiari. Chiediamo pertanto un Consiglio Comunale su questi argomenti proponendo l’annullamento degli atti finora posti in essere.

I Consiglieri

Campa

Nisi

Roseto

Tundo

Alemanno

De Monte

Back to top button
Close