Nardò

UNA NUOVA VITA PER GLI OLEANDRI SANI DI VIA BONFANTE

Sono molto contento che una parte degli oleandri di via Bonfante avrà una nuova vita altrove. Circa venti, infatti, sono stati già messi a dimora nell’area verde della sede comunale di via Falcone e la prospettiva è quella di utilizzarne altri in altre zone della città. Ovviamente si tratta degli esemplari in buona salute, che è stato possibile recuperare dall’operazione di “svecchiamento” del verde di via Bonfante e che hanno superato il vaglio di agronomi e tecnici dell’azienda incaricata. 
 
In questo modo non verrà sprecato nemmeno un albero e questa è la risposta migliore a quei cittadini che giustamente hanno chiesto lumi circa la sorte dei fusti in salute e ancora in grado di svolgere la propria funzione. Una scelta opportuna dal punto di vita agronomico e ambientale e ineccepibile da quello normativo, che conferma il buonissimo lavoro fatto sino ad oggi sul fronte della manutenzione, pianificazione e riqualificazione del verde. Un altro piccolo contributo a quell’azione corale che in questi e nei prossimi anni vede Nardò impegnata a passare “dal grigio al verde”, come detta il WWF e tutto il mondo ambientalista, oltre che le puntuali disposizioni normative contenute nella legge Rutelli del 1992 e nella più recente legge n. 10 del 2013. 
 
In sostanza, questa amministrazione dimostra, ancora una volta, grande attenzione a un tema cruciale come il verde pubblico. E dimostra ancora che nulla è lasciato al caso nell’azione amministrativa, sia che concerna grandi scelte, sia piccole cose di ogni giorno. Dal governo svogliato, episodico e inefficace delle scorse amministrazioni, la città è passata al governo del coraggio, della programmazione e dei risultati concreti. Tutta la vicenda del verde pubblico in città, in questo senso, è esemplare ed è frutto di scelte fatte con assoluta improvvisazione e inevitabilmente sbagliate. Quasi un paradigma di un modo di governare che ha tenuto ferma la città per decenni. Peraltro, qualcuno di quei “fenomeni del verde” che hanno determinato quelle scelte, oggi scende in campo per criticare quello che l’amministrazione sta facendo. Il solito, irreale, siparietto messo in piedi dall’altrettanto solito e demenziale burattinaio, tra l’incredulità e l’ilarità dei cittadini.
 
Gianluca Fedele
Consiglio comunale di Nardò
Capogruppo Andare Oltre 

Back to top button
Close