venerdì, Settembre 25, 2020

IL CALDO GIOCA BRUTTI SCHERZI ALL’OPPOSIZIONE CHE POLEMIZZA PERSINO SUGLI EVENTI DELL’ESTATE

Gli eventi estivi? Per la minoranza si poteva fare di meglio… Ma la città è stanca e non ne può davvero più dello stucchevole teatrino del dissenso a tutti i costi, una macchina dello scontento guidata dai consiglieri di opposizione. Per ”partito preso” tutto ciò che viene dalla maggioranza è da cestinare, esorcizzare, condannare.
Ieri pomeriggio ad esempio l’ambientazione era quella della Quarta commissione consiliare il cui ordine del giorno trattava il calendario estivo 2019, fitto di date appassionanti e di ospiti eccellenti grazie soprattutto al Salento Book Festival.
Per i consiglieri Siciliano e My si tratta invece di appuntamenti che nell’immaginario collettivo non sono riconducibili a Nardò e che quindi non ci appartengono in modo tradizionale.
Si dimenticano evidentemente del format tutto neretino “I guardiani del tempo”, che l’anno scorso ha fatto un record di spettatori già al suo esordio e sul quale l’assessore Tollemeto sta puntando molto. Rivendicano la paternità di “Circonauta” attribuendola all’ex assessore Maurizio Leuzzi, omettendo di dire che la prima e unica edizione realizzata sotto l’amministrazione Risi fu ottenuta grazie ad un finanziamento regionale, ma è stata l’amministrazione Mellone a scommettere veramente sullo spettacolo garantendo continuità attraverso risorse comunali e facendolo diventare il nostro evento di punta.
E ancora eccepiscono persino sul fatto che tra l’elenco delle date dell’estate neretina sia citata la Festa dell’emigrante (sostenuta economicamente dall’amministrazione) col pretesto che si tratterebbe di un evento privato. Scommettiamo che avrebbero avuto da ridire anche nel caso in cui non fosse stata inclusa?
Insomma niente che vada bene secondo questi illuminati incompresi.
Piccate polemiche pure su “La notte bianca del commercio”, brillantemente seguita dall’assessore Puglia ma che, a loro dire, avrebbe penalizzato i commercianti del centro storico.
Siamo al delirio, alla totale assenza di un sano spirito critico ma noi pensiamo che la città possa giudicare tranquillamente la differenza tra il passato e il presente anche dalle scelte che si stanno perseguendo in ambito artistico e culturale o all’attenzione che si sta dedicando a progetti degni di nota come la caratteristica “Cavalcata storica”.
A margine di queste loro incomprensibili bagarre l’invito che rivolgiamo ai nostri concittadini è quello di vivere l’estate neretina, ed è un invito che vale anche per i gufi perché, nonostante tutto, la notte è proprio il loro momento.
Gianluca Fedele
Consigliere Comunale
Capogruppo Andare Oltre
- Advertisement -

More Articles Like This

- Advertisement -