DOMANI A NARDÒ LA CHIUSURA DEL SALENTO BOOK FESTIVAL

0
2 views

Si chiude domani, 21 luglio, a Nardò la VII edizione del Festival Nazionale del Libro. Ospite dell’ultima serata del SALENTO BOOK FESTIVAL sarà DON MAURIZIO PATRICIELLO che presenterà il suo libro “Madre terra, fratello fuoco. Le mamme della Terra dei fuochi” (San Paolo Edizioni). “Non sono una madre. Sono un sacerdote. Sono un padre.

Padre Maurizio. Ma di madri piangere sui propri figli ne ho viste tante. Troppe”. Così scrive il sacerdote simbolo della lotta contro la Camorra e i reati ambientali nella Terra dei Fuochi. E proprio insieme alle madri di questa terra bellissima e martoriata da fumi e veleni, don Maurizio ha scritto questo libro che racconta le storie dei bambini e dei ragazzi morti di cancro, o meglio uccisi dai camorristi, “dai colletti bianchi insozzati e dei politici corrotti, collusi, ignavi”. Una Spoon River della Terra dei Fuochi – sottolinea Giuseppe Fiorello nella prefazione – per non “dimenticare il sacrificio di chi avrebbe dovuto avere il diritto di vivere la vita in totale libertà e gioia: i bambini” e fare da monito a quanti perseverano nella loro opera di devastazione e a quanti avrebbero dovuto vigilare e non lo hanno fatto. A raccontare le loro storie in prima persona sono le donne, madri e mogli, che hanno trovato la forza di reagire al dolore e di “cambiare la loro sofferenza in amore, fondando l’associazione onlus Noi genitori di tutti con la quale sono accanto, sia umanamente che materialmente, alle famiglie che cominciano a vivere il loro stesso calvario.” Incontra l’autore DON ANTONIO RIZZOLO, direttore di Famiglia Cristiana. Ore 20.30 in piazza Pio XI.

Alle 21.30 la scena passerà invece a PEPPE VESSICCHIO con il suo libro “LA MUSICA FA CRESCERE I POMODORI” (Rizzoli). Nato dalle conversazioni con Angelo Carotenuto, è un saggio pop autobiografico ricco, profondo e divertente sul talento, sulla passione e la capacità di trasferirla, sulla cura, sugli effetti straordinari dell’armonia nelle nostre vite.

La scoperta della musica davanti alla porta (chiusa) della cameretta del fratello maggiore; i primi concerti, ai matrimoni, con il professore di latino; il cabaret con i Trettré nella Napoli fervida degli anni Settanta, quella della Smorfia di Massimo Troisi, quando ancora era uno studente di architettura (ma cos’è l’architettura se non musica congelata, diceva Goethe). E poi l’incontro con Gino Paoli, il primo Sanremo nel 1986 sotto la neve con Zucchero, il “pronti-partenza-via” con Elio e le Storie Tese dieci anni dopo, la partecipazione ad Amici di Maria De Filippi, fino all’hashtag diventato virale nei giorni del Festival 2016, #usciteVessicchio. Ma dal giorno in cui una goccia d’olio si stacca da una pizza mangiata fortunosamente in macchina e cade beffarda sui suoi pantaloni, Peppe Vessicchio ha iniziato a domandarsi se la musica fosse tutta lì. O se piuttosto non fosse giunto il momento di smontare il giocattolo per capirne il meccanismo; per realizzare fino a che punto può arrivare il suo potere benefico; per verificare se, considerato che le mucche del Wisconsin producono più latte ascoltando Mozart, tutti gli organismi viventi reagiscono positivamente quando gli armonici si combinano in modo naturale. Musica armonico-naturale, appunto. Questa è la forma che insegue Vessicchio. Questa è la base dei suoi esperimenti sulla terra, sul vino, e di quelli appena cominciati sugli uomini. Incontra l’autore JESSICA NIGLIO.

Venerdì 21 luglio 2017 – NARDO’

– Ore 20.30 – Piazza Pio XI.

DON MAURIZIO PATRICIELLO presenta il libro “MADRE TERRA, FRATELLO FUOCO” (San Paolo Edizioni). Incontra l’autore DON ANTONIO RIZZOLO, direttore di Famiglia Cristiana. 

– Ore 21.30 – Piazza Pio XI.

PEPPE VESSICCHIO presenta il libro “LA MUSICA FA CRESCERE I POMODORI” (Rizzoli). Incontra l’autore JESSICA NIGLIO.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui