- Advertisement -
Home AGORA' JUS AGORÁ JUS: COVID…SCENDE IN CAMPO ANCHE L'ESERCITO PER L'ITALIA……CON L'ITALIA

AGORÁ JUS: COVID…SCENDE IN CAMPO ANCHE L’ESERCITO PER L’ITALIA……CON L’ITALIA

- Advertisement -

-Di Antonio Palumbo-
Mancano pochi giorni all’importante festa del 02 Giugno nel quale si celebra l’anniversario della nascita della Repubblica; quest’anno la tradizionale parata militare sarà sostituita da un volo della pattuglia delle Frecce Tricolori che solcheranno i cieli dello stivale per rinsaldare, anche in questo periodo, il valore dello Stato e la sacralità della Repubblica con l’omaggio dovuto alle Forze Armate.

È cosa assai nota che i Nostri Soldati, oltre a riscontrare l’apprezzamento dei cittadini, si siano sempre distinti in campo internazionale per abnegazione, senso della Patria e del dovere, animo solidale e umanità anche a costo di tante e gravi perdite in vite umane.

Appare allora doveroso guardare anche alle forze armate e alla parte da esse svolta nel difficile momento della pandemia; per fare ciò nessuno più del Comandante Regionale Puglia dell’esercito, il Generale di Brigata Giorgio Rainò, poteva ausiliarci nel comprendere l’attività svolta nell’emergenza dall’alto della propria carriera e competenza.

Il Generale Rainò, dal 2018, ha assunto il Comando Territoriale dell’Esercito in Puglia dopo importanti e delicate mansioni al di fuori dei confini nazionali quale Addetto Militare all’Ambasciata Italiana in Pakistan ed incarichi di Comando e Coordinamento nelle Missioni internazionali in Iraq e Afganistan.

Contattato sul punto l’alto Ufficiale ha confermato come l’Esercito, sin dall’inizio dell’emergenza, ha orientato i suoi interventi su tre pilastri: Sicurezza, Supporto Sanitario e Concorsi Operativi. “iI 7000 uomini e donne impegnati nell’operazione “Strade Sicure” che investe tutto il territorio nazionale, si sono affiancati i Reparti specializzati nel campo Chimico, Biologico, Radiologico e Nucleare che stanno procedendo con la sanificazione e igienizzazione di edifici pubblici, delle residenze sanitarie assistenziali, prefetture e delle strade di vari comuni d’Italia, in un grande sforzo logistico“.

Con l’orgoglio degli oltre trent’anni di servizio, il Comandante Rainò ha tenuto a sottolineare che”uno dei nostri compiti istituzionali, oltre alla difesa della Patria, alla sicurezza collettiva e alle missioni internazionali, è il concorso in emergenze, comprese quelle di questo tipo“. 

Notevole è stato lo sforzo collettivo di tutte le forze armate nel contrasto al fenomeno epidemico giacchè il Generale Rainò snocciola numeri importanti riferendo come “sino ad oggi sono stati impiegati circa 80.000 militari con una media giornaliera che supera le 1.000 Unità. Oltre al personale suddetto, sono stati approntati 7 aerei e 5 elicotteri per i trasporti di emergenza in bio-contenimento; 239 autocarri, 63 elicotteri e 13 aerei per i trasporti interregionali di materiale sanitario; sono state rese disponibili 2.200 stanze per un totale di circa 5.700 posti letto, distribuiti in strutture militari ubicate sull’intero territorio nazionale e a disposizione dei cittadini da porre in sorveglianza sanitaria“.

Non solo! Il Comandante Regionale ha precisato come sia stato “importante anche l’impiego nel settore sanitario di medici ed infermieri militari impiegati in supporto di strutture sanitarie civili e militari, specializzate per l’accoglienza e il monitoraggio dei malati in isolamento. In tale contesto, è stato da poco inaugurato presso il Policlinico militare Celio di Roma un’importante struttura denominata Covid-Hospital in grado di ospitare 150 pazienti“.

Determinante è stata, poi, anche la logistica militare giacchè “il piano di trasporto multimodale effettuato con vettori terrestri e aerei in supporto alla Protezione Civile Nazionale, ha consentito la distribuzione, non solo di materiale sanitario e dispositivi di protezione individuale, ma anche di generi alimentari in favore dei cittadini più bisognosi“. 

L’orgoglio e l’emozione di dirigere una grande squadra da parte del Comandante Rainò traspare allorchè ricorda che “l’Esercitazione “Atlante-Auriga 19” – che ha visto lo schieramento di un ospedale da campo (Tecnicamente Role 2) – tenutasi a Bari lo scorso ottobre  sotto il Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto – ha visto lo svolgimento di esercizi che prevedevano il trasporto e la gestione di personale bio-contaminato e l’impiego di nuclei disinfettori“.

Esercitazione, questa, che ha dato i suoi frutti, come evidenziato dal Generale Rainò, “durante l’emergenza COVID-19 giacchè l’Esercito ha schierato due strutture molto simili, a quella allestita in occasione dell’Esercitazione, a Piacenza e a Crema. Tali strutture sanitarie campali, che hanno il grande vantaggio di poter essere schierate in circa 48 ore dall’arrivo in loco dei materiali, sono servite a decongestionare gli ospedali lombardi in un momento di forte crisi. Tale addestramento, quindi, è stato determinante per non trovarsi impreparati anche dinanzi ad un emergenza sanitaria mondiale“.

Il periodo di emergenza“, conclude il Generale Rainò, “ha messo in evidenza, maggiormente la professionalità, la dedizione e soprattutto le particolari doti di altruismo dei soldati dell’Esercito Italiano che, mobilitati anche per la raccolta di materiali e generi alimentari, hanno risposto con altissimo senso delle Istituzioni e con profondo senso civico“.

Il “Noi ci siamo sempre … e di più insieme” ha dimostrato ancor di più, da parte dei militari dell’esercito “l’assoluto attaccamento alla Patria e, mai come prima, la vicinanza alle necessità primarie della popolazione anche durante l’emergenza COVID-19“.

Motivo di vanto e di orgoglio per chi indossa la divisa con passione e abnegazione e con tanta umanità perché come recitava Douglas Macarthur – Comandante Supremo delle Forze alleate del Pacifico Sud-Occidentale durante il secondo conflitti mondiale “Il soldato prega più di tutti gli altri per la pace, perché è lui che deve patire e portare le ferite e le cicatrici più profonde della guerra“.

- Advertisement -

Stay Connected

[td_block_social_counter facebook=”#” manual_count_facebook=”16985″ manual_count_twitter=”2458″ twitter=”#” youtube=”#” manual_count_youtube=”61453″ style=”style3 td-social-colored” f_counters_font_family=”450″ f_network_font_family=”450″ f_network_font_weight=”700″ f_btn_font_family=”450″ f_btn_font_weight=”700″ tdc_css=”eyJhbGwiOnsibWFyZ2luLWJvdHRvbSI6IjMwIiwiZGlzcGxheSI6IiJ9fQ==”]

Must Read

Il 2020 si chiude con un grande riconoscimento per il Team Galeone Calignano e per i suoi ragazzi.

La FIDS/CONI nell'impossibilità di organizzare in presenza,per le norme di contenimento del covid, ha comunque premiato con LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE DEI CAMPIONI tutti...
- Advertisement -

L’ARCHITETTURA E LA LUCE: IL CASO DI PIAZZA SALANDRA A NARDÒ

DI Francesco Metafune, Gloria Crisogianni laureandi in Architettura presso il Politecnico di Milano e Torino Siamo ormai arrivati nel pieno del periodo natalizio e le...

INTELLIGENTI PAUCA: IL RICAMBIO

Frate Augustino ci ha raccontato di quanto sia importante in politica il c.d. “ricambio generazionale”  che possa dare ad un partito o a un...

Puglia -“Il COVID ci sta decimando”: il grido d’allarme del sindacato di Polizia.

Nonostante l’attuale pandemia le forze dell’ordine seguitano a svolgere un lavoro encomiabile per la sicurezza in tutta la nazione e malgrado i contagi stiano...

Related News

Il 2020 si chiude con un grande riconoscimento per il Team Galeone Calignano e per i suoi ragazzi.

La FIDS/CONI nell'impossibilità di organizzare in presenza,per le norme di contenimento del covid, ha comunque premiato con LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE DEI CAMPIONI tutti...

L’ARCHITETTURA E LA LUCE: IL CASO DI PIAZZA SALANDRA A NARDÒ

DI Francesco Metafune, Gloria Crisogianni laureandi in Architettura presso il Politecnico di Milano e Torino Siamo ormai arrivati nel pieno del periodo natalizio e le...

INTELLIGENTI PAUCA: IL RICAMBIO

Frate Augustino ci ha raccontato di quanto sia importante in politica il c.d. “ricambio generazionale”  che possa dare ad un partito o a un...

Puglia -“Il COVID ci sta decimando”: il grido d’allarme del sindacato di Polizia.

Nonostante l’attuale pandemia le forze dell’ordine seguitano a svolgere un lavoro encomiabile per la sicurezza in tutta la nazione e malgrado i contagi stiano...

AIUTI COVID19 ECCO L’AVVISO PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI DISPONIBILI AD ACCETTARE I BUONI SPESA

È stato pubblicato questa mattina sul sito web del Comune l’avviso per l’acquisizione di manifestazioni di interesse da parte degli esercizi commerciali e delle...
- Advertisement -