Presentazione del progetto O.L.T.R.E

113

Al via il progetto “O.L.TR.E. – Orientamento Lavoro Training Empowerment”, per il quale il Comune di Lecce ha ottenuto un finanziamento di 91 mila euro nell’ambito dell’avviso pubblico regionale “Punti cardinali: punti di orientamento per la formazione e il lavoro”. La presentazione si è tenuta questa mattina alle Officine Cantelmo.

Per la realizzazione del progetto sono stati individuati tramite avviso pubblico in fase di redazione del progetto una “rete” di partner che comprende The Qube APS, Confcommercio Lecce, Innova.Menti Ets, Aforisma, Tdf Mediterranea, Società Cooperativa Officine Cantelmo, Ce.F.A.S – Centro di Formazione ed Alta Specializzazione, Factory 47 e la scuola secondaria di 1° Grado ad indirizzo musicale Ascanio Grandi.

Rivolto alla popolazione dai 6 ai 34 anni residente nella provincia di Lecce, O.L.T.R.E intende fornire percorsi specifici per diversi target: dagli studenti delle scuole elementari e medie, ai neet, ai cittadini al di sotto dei 35 anni che sono in cerca di prima occupazione. Il fine è stimolare l’acquisizione delle soft skills che oggi sono ricercate sul mercato del lavoro, diffondere la conoscenza delle nuove opportunità, facilitare l’accesso ai nuovi strumenti che consentono l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

In linea con le indicazioni del bando Punti Cardinali, sono previsti 60 “Orientation Labs” con 300 ore di attività, alcune delle quali sono state già realizzate a giugno presso le Officine Cantelmo. I laboratori puntano a trasmettere conoscenze e abilità tramite le tecniche della gamification, del walkabout, dei linguaggi visivi e delle arti performative, del project-work.

All’attività laboratoriale il progetto affianca l’organizzazione e realizzazione di 8 “Job Days”. Fra questi, alcuni permetteranno l’incontro di studenti o i lavoratori con le “eccellenze del territorio” pugliese; altri, invece, vedranno tutti i Partner di progetto coinvolti alle Officine Cantelmo nella realizzazione di uno Startup Weekend su innovazione, creatività e capacità imprenditoriali, con la possibilità per i giovani di esporre idee imprenditoriali che saranno selezionate e alle quali sarà garantito dai partner supporto per lo sviluppo progettuale. Una giornata di incontro tra gli studenti e i potenziali lavoratori con le aziende che rappresentano eccellenze del territorio, con il supporto delle associazioni di categoria che sono partner.

Alle Cantelmo, inoltre, è attivo dal 17 maggio scorso un “Orientation Desk” della durata continuativa di sei mesi, con l’obiettivo di accompagnare cittadini e cittadine nel passaggio dalla scuola al lavoro, ponendolo nelle condizioni di affrontare scelte consapevoli ed efficaci, seguendo le proprie attitudini, competenze e capacità professionali.

Punti Cardinali è una misura sperimentale che ha raggiunto in Puglia 166 amministrazioni comunali, con un investimento nella solo provincia di Lecce di circa 4.732.000 euro – dichiara l’assessore alla Formazione e Politiche del Lavoro Sebastiano Leo – Abbiamo voluto rivolgerci proprio ai Comuni per intercettare e coinvolgere le persone senza lavoro, i neet ma non solo, perché crediamo che siano le amministrazioni locali ad avere contezza delle realtà di appartenenza.  Un progetto che si compie grazie alla creazione di una rete tra amministrazioni, stakeholder territoriali, attivi nei sistemi regionali per il lavoro, nell’istruzione e formazione, gli Enti del terzo settore, le imprese, le associazioni di categoria e sindacati. È una misura che investe sul capitale umano cercando di incrociare le attitudini del territorio e delle persone valorizzandone le potenzialità, lavorare sulle tante fragilità, raggiungendo i neet ma anche chi non riesce a rientrare nel mondo del lavoro, per ridare loro fiducia. Con Punti Cardinali, che dopo questa prima fase sperimentale sarà una misura strutturata, vogliamo cogliere le opportunità offerte dai territori e fare in modo che siano una porta di ingresso nel circuito economico e sociale.”

Il progetto Punti cardinali tiene insieme istituzioni e terzo settore per un obiettivo comune – dichiara l’assessora al Welfare Silvia Miglietta – investire sulla formazione e le abilità che consentono di presentarsi pronti all’appuntamento con il mondo del lavoro, che è in continua evoluzione e offre opportunità che occorre essere in grado di cogliere. Grazie alle attività innovative previste dal progetto puntiamo a generare opportunità sia per chi cerca lavoro che per chi è in cerca dei lavoratori in possesso di abilità al passo con i tempi”.