COVID19 E RIFIUTI LA RACCOLTA NELLE FAMIGLIE CON POSITIVI TORNA ALLE MODALITÀ ORDINARIE

84
Cambia la gestione dei rifiuti domestici nelle famiglie con soggetti positivi al Covid19. Secondo le nuove indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità, che ha inoltrato ai Comuni una nota tecnica esplicativa, a partire da domani la raccolta differenziata avverrà con le modalità ordinarie (non sono più previsti due giorni di raccolta dedicata ai soggetti positivi). Valgono, comunque, alcune raccomandazioni:
◾ utilizzare per tutte le frazioni i contenitori già in dotazione. Per la chiusura e movimentazione dei contenitori utilizzare guanti monouso che vanno poi gettati nel contenitore dei rifiuti indifferenziati;
◾ inserire i fazzoletti di carta, i rotoli di carta asciugamano, le mascherine, i guanti, i tamponi per test di autodiagnosi Covid e materiali che possano essere stati contaminati in una busta separata, che poi va chiusa e gettata nel contenitore per la raccolta dei rifiuti indifferenziati;
◾ chiudere bene i sacchetti senza schiacciarli con le mani, eventualmente indossando guanti monouso, e smaltendoli come sempre;
◾ non far accedere gli animali da compagnia nel locale in cui sono presenti i sacchetti di rifiuti per evitare rotture dei sacchetti;
◾ assicurarsi di smaltire oggetti taglienti, a punta o comunque in grado di provocare rotture dell’involucro avvolgendoli con carta o inserendoli in un contenitore.
🦺 Si tratta di una collaborazione da parte degli utenti necessaria a tutelare la salute degli addetti alla raccolta dei rifiuti.
👉 Non cambia niente ovviamente per le famiglie che non hanno soggetti positivi. Solo a scopo precauzionale si raccomanda di inserire fazzoletti di carta, rotoli di carta asciugamano, mascherine, guanti, tamponi per test di autodiagnosi Covid19 in una busta separata, che poi va chiusa e gettata nel contenitore per la raccolta del materiale non riciclabile (indifferenziata).

I commenti sono chiusi.