Quandu l’orpe non ria all’ua, dice ca ghe bifera

481

Fino agli anni ’70, come ricorda Frate Augustino quando era amministratore comunale, le guardie municipali avevano in dote solo la bicicletta.
Con la bicicletta arrivavano fino a Porto Cesareo, all’epoca feudo di Nardò per giungere fino a “Donna Menga” e a tante altre località sperdute di campagna al limite di confine con San Pancrazio.
Svolgevano il loro lavoro con umilita” e godevano del rispetto popolare.
Oggi, qualche impernacchiata “guardia” si atteggia a MAGNUM P.I.
L’impernacchiata guardia è figlio di uno dei tanti scienziati della politica nostrana.
Di quelli che, per fare dispetto a Risi, votarono in massa Mellone.
Si pinzavanu ca di Mellone era bire bene e sanitate.
Mellone, dopo averli ignorati, li la sunata bella bella.

I commenti sono chiusi.