FRATE AUGUSTINO E IL BIGOTTISMO NERETINO

374

Appartiene a una delle famiglie bigotte più significative della nostra comunità neretina.
Persone che, quando incomincia una discussione politica, fanno un balzo indietro di un metro urlando, ad alta voce, “NO NO. PARLIAMO DI TUTTO PER FAVORE MA NON DI POLITICA “.
Persone che, però, hanno avuto tanto ma davvero tanto dalla politica.
L’interessato in questione è uno dei tanti inqualificabili soggetti della nostra Città, laureatosi a trenta anni abbondanti in storia della pozzanghera presso l’Università di Cocumola.
Un debosciato pensò bene di conferirgli una superconvenzione con una remunerazione mensile di Euro 4.500,00 per tenerlo seduto ad una scrivania nella sua segreteria senza fargli scarabocchiare una carta.
Solo qualche “scatto” di foto a qualche Consiglio Comunale o a qualche cerimonia importante.
Una offesa alla Città e a tanti giovani meritevoli e titolati lasciati fuori dalle perverse logiche della discrezionalità amministrativa.
Orbene!!!
Costui oggi è ritenuto una entusiasmante candidatura al Consiglio Comunale con l’amico Carlo  Falangone candidato Sindaco.
Frate Augustino, che conosce bene il nostro tessuto sociale e le persone della nostra Città, non vede l’ora di arrivare allo scrutinio e vedere se costui supera la seconda cifra.

I commenti sono chiusi.