Arriva la svolta sul fronte dell’impiantistica sportiva, al via i cantieri a Galatone. Il sindaco Filoni: “Lo sport è l’orizzonte che traccia il futuro della nostra comunità”.

64

È stato presentato ieri pomeriggio, con una diretta social sulla pagina Fb del Comune, il progetto di riqualificazione del Centro Sportivo Polivalente “Alberto Colitta” e dello Stadio Comunale “Gigi Rizzo” avviato in collaborazione con la “Polisportiva Galatone”, affidataria degli impianti sportivi. Sono intervenuti il sindaco Flavio Filoni, l’assessore allo sport Roberto Bove, l’assessore ai lavori pubblici Biagio Gatto, insieme ad Alberto ed Edoardo Tundo della Polisportiva Galatone.

I lavori sono partiti ieri ed ecco gli interventi che saranno effettuati.
Per quanto riguarda il centro polisportivo “Alberto Colitta” saranno riqualificati i due campi da tennis già esistenti con un nuovo terreno di gioco con doppio strato di resina e una nuova recinzione. Poi saranno realizzati due campi di padel e un campo di calcio a 8 con erbetta sintetica. Si procederà alla ristrutturazione, all’adeguamento e all’ampliamento dei servizi e degli spogliatoi, e sarà realizzato anche un punto ristoro. Gli altri interventi riguardano la creazione di ingressi interni e la realizzazione di un’area degli attrezzi ginnici e di un’area giochi. Sarà inoltre riqualificato tutto il “percorso vita”. La fine dei lavori è prevista tra due mesi.
Per lo stadio comunale “Gigi Rizzo”, invece, il cuore dell’intervento riguarda il rifacimento del rettangolo di gioco che prevede la sostituzione della terra battuta con un manto erboso artificiale di ultima generazione omologato dalla Figc. Sarà poi ammodernato tutto l’impianto di illuminazione dello stadio. La consegna del nuovo campo è prevista entro i prossimi sei mesi.

Per l’assessore allo sport Roberto Bove, “nella nuova vita del centro polivalente non ci sarà solo spazio per le attività sportive ma anche per le famiglie e i bambini che vorranno trascorrere il tempo libero con momenti ricreativi e di svago: un punto di riferimento per lo sport e per tutti”. “Raccogliamo i frutti di anni di lavoro. È un grande risultato – afferma Bove – che pone lo sport al centro della comunità come elemento fondante della socialità. Un risultato tutt’altro che scontato a causa delle difficoltà di bilancio, a seguito dell’intervento della Corte dei Conti, che ci siamo ritrovati sulle spalle fin dall’insediamento di questa amministrazione. Un risultato peraltro ancor più ampio che passa attraverso altri traguardi imminenti come la ristrutturazione del Palazzo dello sport e della piscina comunale, oltre agli interventi in fieri per l’implementazione dell’erbetta sintetica nel campo di gioco dello stadio comunale. E dopo la ristrutturazione dell’impiantistica sportiva a 360 gradi, ci siederemo tutti attorno ad un tavolo per programmare il futuro: amministrazione, associazioni sportive e imprenditoria sana insieme per mettere su una grande società in grado di far tornare alla ribalta la città di Galatone anche a livello calcistico. Proprio il mondo dello sport e dell’associazionismo sportivo è tra quelli che ha sofferto di più le restrizioni imposte dalla pandemia. E l’avvio di questa stagione di lavori è un segnale forte in merito a quella che sarà la missione dello sport nell’ambito della nostra comunità. Siamo pronti per ripartire con una marcia in più”, è l’auspicio dell’assessore.

Presente all’inaugurazione anche l’assessore ai lavori pubblici, Biagio Gatto: “Su questo obiettivo avevamo messo la nostra faccia: era uno dei punti principali del programma. Riqualifichiamo l’impiantistica sportiva senza passerelle – sottolinea Gatto – ma con una ristrutturazione seria e lungimirante a favore delle giovani generazioni e di tutti i cittadini. E lo facciamo nel nome di un giovane come Alberto Colitta, che è l’emblema dello sport a Galatone. Con l’avvio dei lavori tagliamo un traguardo storico anche e soprattutto per il ruolo sociale che riveste lo sport, che non è solo agonismo ma anche e soprattutto tappa fondamentale nel percorso di sviluppo umano e sociale dei giovani, nella crescita cioè dei cittadini e della cittadine di domani. Gli interventi saranno celeri: contiamo nel giro di due mesi di far ripartire le attività sportive del Centro polivalente e di rendere nuovamente fruibile entro sei mesi lo stadio comunale. Sono obiettivi – dichiara l’assessore Gatto – che premiano la cooperazione tra pubblico e privato, tra amministrazione e associazioni: da soli non si va da nessuna parte, solo insieme si cresce e si cambia la nostra comunità”.

Per il sindaco Flavio Filoni, “lo sport rappresenta un orizzonte certo per il futuro di Galatone. Un orizzonte che aiuterà la comunità a ripartire”. “Comincia la tanto attesa riqualificazione di due strutture sportive che portano i nomi di figure straordinarie come il giovanissimo Alberto Colitta, che ha mosso i primi passi proprio su questi campi, e come il formatore Gigi Rizzo, che hanno fatto dello sport un insegnamento di vita. I lavori che cominciano – commenta il primo cittadino di Galatone – andranno infatti a migliorare luoghi di incontro e di socialità. Investire sullo sport vuol dire investire sul benessere di una comunità, sulla crescita dei giovani e quindi sul futuro”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.