GATTO LATERALE
GATTO LATERALE

DOPO IL FANGO, CON CALMA, FINALMENTE I PROGRAMMI DI LOSAVIO

338

Attenzione! Dopo tre mesi di “campagna elettorale” il sedicente candidato sindaco Pierpaolo Losavio annuncia che “è tempo di parlare di programmi, proposte e soluzioni per la città”. Con calma. Prima, evidentemente, c’era da dedicarsi ai centri per la procreazione assistita, alle veline della procura, agli schizzi di fango.

Funziona così, dunque. Un professionista della sanità, anonima figura politica, decide ad un certo punto di assecondare la sua voglia matta di fare il sindaco di Nardò e quindi annuncia di essere candidato. Sorvolando sulla sostanza di una candidatura, cioè le idee, le proposte, la visione di città (che non sono un dettaglio). Sorvolando anche sulle liste della coalizione (anche queste, ci dispiace per lui, non sono un dettaglio). I suggeritori, anzi il suggeritore, non basta, per correre e vincere servono le liste. Quindi si dedica subito a una sistematica e raccapricciante opera di demolizione dei cinque anni di amministrazione Mellone, un’attività spesso ai limiti dell’insulto personale, in cui spicca per spessore la critica (con foto “schock”) a tre pietre fuori posto di un cantiere gigantesco sul lungomare. Poi, solo adesso, qualche suo aspirante elettore gli avrà chiesto cosa in concreto intenda fare per la città, perché probabilmente non basta solo dire che Mellone è brutto e sporco e tutto quello che fa è sbagliato e illegale. Un lampo di genio. Tanto che, finalmente, Losavio annuncia che stanno per arrivare persino i programmi. Non li ha, li sta scrivendo. Non abbiate fretta.

Noi un sospetto lo abbiamo. Cioè, che lui si candidi a sindaco senza in cuor suo la minima speranza di successo. Almeno su questo, ha ragione. L’obiettivo, in realtà, è fare il consigliere comunale, in compagnia magari di qualche vecchio compare. Traguardo che immagina alla portata, ma non siamo sicuri che i neretini abbiano la stessa immaginazione.

Comunque, un consiglio, non richiesto, al sedicente candidato Losavio. Quando spiegherà ai neretini cosa intenda fare, non si scordi di aggiungere pure come, quando e con quali soldi. Non vorremmo leggere che costruirà il Maracanà, lasciandoci la suspence sui tempi, sulle soluzioni tecniche o sulle risorse che utilizzerà.

Gianluca Fedele
Consigliere comunale di Nardò
Capogruppo Andare Oltre

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.