GATTO LATERALE
GATTO LATERALE

A chi giovano gli idrovolanti sulla nostra costa? Mellone e Puglia diano risposte convincenti

1.230

Idrovolanti a Santa Maria al Bagno: a chi giova? Sorge spontanea la domanda che poniamo all’Amministrazione Comunale e all’assessora al Turismo Giulia Puglia, secondo la quale “gli idrovolanti nella nostra marina saranno un volano che ci aprirà progetti ancora più ambiziosi“.

La costruzione di una stazione per idrovolanti a nostro avviso appare più una penalizzazione che un’opportunità, e ci troviamo tra l’altro a sottolineare una netta differenza tra i proclami dell’Amministrazione e i documenti ufficiali. La Regione ha dubbi sulla coerenza del progetto con la Pianificazione Costiera Comunale, mentre la Capitaneria di Porto ribadisce che non possono coesistere l’attività proposta e la balneazione, e che bisognerebbe inoltre regolamentare l’accesso al pontile dalla passerella.

Tanti sono dunque i punti interrogativi che al momento gli incartamenti non sciolgono: l’Amministrazione chiarisca se è vero che esiste il divieto di balneazione permanente su tutto il litorale interessato e dica se, come risulta, esiste un serio problema di inquinamento acustico.

Ci chiediamo: quanti posti sono disponibili sull’idrovolante per il volo verso la Grecia?

Con quali costi a carico dei passeggeri?

E con quali vantaggi sulla marina neretina?

Reputiamo necessarie risposte convincenti da parte dell’assessora Puglia e del sindaco Mellone, visto che al netto di questi interrogativi i benefici che sembra si possano trarre dalla realizzazione dell’opera al momento non sembrano certo prospettare un ritorno per la nostra costa, ma anzi un ostacolo al suo sviluppo: a chi giova davvero un progetto così impattante?

Pierpaolo Losavio – Candidato Sindaco

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.