GATTO LATERALE
GATTO LATERALE

#greenwind : l’Italia in monopattino

La sfida di un vigile: percorrere lo stivale da cima a tacco per difendere l’ambiente

824
Manieri

 

FRASCA

 

GIUSEPPE ALEMANNO

 

ETTORE TOLLEMETO

 

FEDERICO FELLINE

 

-Valentina Iaia- 

Il bonus mobilità per l’acquisto di bici e monopattini ha fatto discutere, ma c’è un’impresa destinata a far parlare di sé ancora di più (e sicuramente solo in bene): quella di Stefano Giusto, 41 anni, veneziano doc, di professione agente di polizia locale, che ha colto l’occasione per lanciare un messaggio di sensibilizzazione a favore del rispetto dell’ambiente. Come? Lasciando in garage la moto d’ordinanza e percorrendo lo stivale, da cima a tacco, a bordo del suo monopattino.

 

Ma andiamo con ordine: la scorsa estate (giugno 2020) il nostro prode, approfittando delle ferie, si mette in viaggio da Tarvisio, comune friulano della Val Canale al confine con la Slovenia, e scivolando sulla costa adriatica percorre circa 500 chilometri, approdando ad Ancona. Il percorso, denominato #greenwind , si snoda tra piste ciclabili e strade urbane con limite di 50 km orari, ed è stato completato unicamente a bordo del monopattino.

“Perché fino ad Ancona? Perché le mie ferie stanno finendo, altrimenti sarei arrivato fino in Puglia!” aveva commentato, al tempo, il vigile. “La mia è una sfida per mandare un messaggio ecologico, per il rispetto dell’ambiente; tant’è che, anziché in treno, se ne avessi avuto il tempo, sarei tornato in Veneto in barca a vela!”

 

 

A distanza di un anno, non pago, Stefano ci riprova: con l’hashtag #greenwind2 , ripartirà da dove si era fermato, ovvero da Ancona, e proseguirà fino al capo di Santa Maria di Leuca, completando la sua traversata dello stivale.

Anche stavolta, nel pieno rispetto del codice della strada – e, data la sua professione, non poteva essere altrimenti – , non percorrerà strade statali (solo quelle che hanno una pista ciclabile). Partirà il 15 giugno da Ancona; farà tappa a Porto San Giorgio, San Benedetto del Tronto, Pescara, Vasto e Termoli, dove prenderà un traghetto per le Isole Tremiti e tornerà per visitare Vieste. Seguiranno Manfredonia, Barletta, Bari, Savelletri, Brindisi, Lecce, due giorni a Gallipoli e, infine, Santa Maria di Leuca, il cui arrivo è previsto per il 1 di luglio. Sulle spalle porterà uno zaino di 15 chili con i cambi essenziali, integratori e costumi da bagno per le soste in spiaggia. Il suo mezzo di trasporto è provvisto di frecce e sensori di avvicinamento ad altri veicoli ed è dotato di batteria sostituibile e autonomia di circa 60-70 km al giorno.

Gianluigi Barone

 

Gino Prete

Avrà qualche sponsor che lo sosterrà e spera di riuscire ad organizzare eventi a Leuca per sensibilizzare la cittadinanza ed i turisti sul rispetto dell’ambiente, perché è questo il messaggio che intende lanciare con il suo viaggio. Abbiamo un solo mondo, e dobbiamo proteggerlo.

 

Se volete viaggiare con Stefano, potete seguirlo con l’hashtag #greenwind2 , oppure direttamente sul suo profilo instagram @stefano.giusto10 . E tenetelo d’occhio perché, molto probabilmente, il suo viaggio non finisce qui: “La mia idea non è solo percorrere l’Italia da Nord a Sud, ma di fare il giro completo del Bel Paese risalendolo dal versante opposto, quindi l’anno prossimo potrebbe esserci un #greenwind3 sulla costa orientale”, ci ha anticipato.

Magari, chissà, se la vostra città rientra nel suo percorso, potreste incrociarlo (e battergli un cinque al volo) mentre sfreccia a bordo del suo fido monopattino!

 

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.