Differenti Per vocazione

ho. Mobile ha confermato attività illecite di ignoti sui dati di una parte dei propri utenti

514

Di Benito Mirra Chief Information Security Officer

L’operatore telefonico ho mobile ha confermato oggi che la fuoriuscita dei dati avvenuta il 28 di dicembre scorso é realmente avvenuta.

Con un SMS inviato agli utenti ed una nota inviata al corriere, la società ha riportato: “Sono stati sottratti illegalmente alcuni dati di parte della base clienti con riferimento ai soli dati anagrafici (nome, cognome, numero di telefono, codice fiscale, email, data e luogo di nascita, nazionalità e indirizzo) e dati tecnici della Sim.
Non sono stati in alcun modo sottratti dati relativi al traffico (telefonate, SMS, attività web, etc.) né dati bancari”.

Benito Mirra suggerisce di richiedere la sostituzione gratuita della SIM presso i punti vendita ho Mobile autorizzati.
NotaBene: si può fare solo di persona e solo la persona che ha sottoscritto il contratto.

Bisogna sostituire la sim perché (come ampiamente descritto nell’articolo) il SIM #swap potrebbe farla da padrone, oltre che consentire, avendo a disposizione l’#ICCID (Integrated Circuit Card Identifier) che è un codice univoco che identifica la SIM a livello internazionale o l’#IMSI b (International Mobile Subscriber Identity), di effettuare attività di intercettazione in prossimità o da tratte internazionali.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.