LATERALE2

Servizio di ossigenoterapia. Casili (M5S): “Necessario garantire che il personale addetto alle consegne sia qualificato”

834

“In questi giorni ho ricevuto diverse segnalazioni in merito al servizio di ossigenoterapia della Regione Puglia, di recente contrattualizzato ai nuovi aggiudicatari, dopo una procedura di gara durata anni. Comprendo le difficoltà nel passaggio di gestione, ma capisco anche le preoccupazioni di chi ha bisogno dell’ossigeno e lamenta come il personale che effettua le consegne sembrerebbe essere non qualificato. Chiedo per questo un effettivo controllo da parte dei responsabili del procedimento”. Così il consigliere del M5S e vicepresidente del Consiglio regionale Cristian Casili.

Con bando di gara pubblicato in GURI il 13 giugno 2018, Innova Puglia ha indetto una procedura aperta in forma aggregata, per l’affidamento “del servizio di ossigenoterapia domiciliare a lungo termine per i fabbisogni delle Aziende sanitarie della Regione Puglia”, per un valore a base d’asta complessivo stimato pari a € 30.789.408,34, IVA esclusa.  Procedura che è stata oggetto di plurimi contenziosi, che ne hanno rallentato l’iter di svolgimento, per questo solo di recente sono state avviate le procedure di subentro.

“È necessario – conclude Casili – garantire che il personale che effettua le consegne sia qualificato e che il servizio sia erogato in conformità ai contratti sottoscritti dalle ditte aggiudicatarie. Continuerò a monitorare la situazione per dare risposte certe ai cittadini”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.