GATTO LATERALE
GATTO LATERALE

Vincere contro Pippi Mellone? Impossibile! Per questo il renziano Risi invita al “tutti contro uno”. Intanto Frasca fa la “mossa del cavallo”.

2.716

Con un appello a “centro destra, centro sinistra e liste civiche”, l’indefesso ex sindaco ci riprova. Nonostante il flop della prima presentazione del “banchiere” ai compagni riuniti, Risi non demorde e spiega che per vincere contro Mellone ci vorrebbe una “campagna elettorale perfetta”. Ma come avviene per ogni tentativo di “delitto perfetto” anche la campagna elettorale perfetta non esiste. Per questo battere Mellone è praticamente impossibile. Una consapevolezza che da mesi tiene l’opposizione sulla graticola e ora la mette di fronte a un bivio, nel tentativo di recuperare il recuperabile.
La domanda è: “come provare a scalfire il vantaggio di Mellone?”
Le strategie messe in campo sono due. Da un lato quella dell’esploratore renziano, che insiste sul candidato unico. Dall’altro il resto dell’opposizione, che gioca la carta della frammentazione, con la speranza di ripetere il miracolo di Mellone, e provare a vincere al secondo turno.
Dividi et impera? Non in questo caso, dice Risi, che forte di “una certa esperienza in campagne elettorali”, insiste sull’idea del candidato unico.
D’altro canto non c’è sondaggio che veda il sindaco Mellone scendere sotto il 67% dei consensi e di conseguenza i candidati sindaci che in queste ore si susseguono non hanno i numeri per giocarsela. Sono immolati alla sconfitta.

Sull’idea di candidato unico insistono i sostenitori del Tronchetti Provera in salsa neretina. L’amico di Rino Dell’Anna & Marcello Risi (i due ex sindaci che convivono nella sezione locale del partito di Renzi) nelle intenzioni dovrebbe unire tutta l’opposizione, metterci la faccia ed evitare la figura barbina ai maggiorenti dei vari partiti a livello locale. Ma la scheda politica del “banchiere” è impietosa: trattasi di un candidato sconosciuto al popolo che, come confermano gli annali dei santini, una volta passato “dalla City a Nardò” raccolse un modesto consenso elettorale: appena 37 voti personali nella lista “Dell’Anna Sindaco”.
Alla riunione di presentazione non solo non ha scaldato i cuori dell’Alleanza contro Mellone ma, da quanto riportato su Nuovo Quotidiano di Puglia, avrebbe addirittura prodotto una reazione talmente negativa che alcuni dei presenti hanno abbandonato la riunione. Un fastidio che è dilagato all’esterno, come si legge nelle chat di WhatsApp e anche su Facebook sui post di personaggi importanti della sinistra cittadina.
Non se la passano meglio gli altri candidati, troppo divisivi in una situazione che è tanto minoritaria da risultare disperata. La proposta “dal basso” di Leuzzi non è mai decollata. Le sardine del rampollo democristiano sono diventate granchi solitari. Perfino il fratello, Riccardo, mentre Maurizio lanciava la propria candidatura, era impegnato a trovare un altro candidato!
Cozza, invece, resiste. Il suo è un lavoro che viene da lontano e che trova forza in quei gruppetti che in questi anni, con Mellone sindaco di Nardò, hanno sofferto, come alcuni non eletti di Riprendiamoci Nardò e alcuni personaggi legati al mondo agricolo.
Cozza, nonostante tutto sia in movimento, resiste aggrappato alle proprie posizioni, un po’ come la famosa lumaca che si aggrappava all’antenna della Renault in uno spot degli anni ’90. Anche Losavio continua per la sua strada e non arretra. Speriamo non faccia la fine di Flavio Maglio, che non riuscì a presentare le liste e rimase fuori dalla partita. Per tutti e tre, nonostante gli annunci, non si vede una vera coalizione alle spalle: tante sigle e pochi nomi.
E poi c’è Frasca. La sua “mossa del cavallo” ha sparigliato le carte. Frasca è furbo, ha visto un vuoto enorme e si è lanciato. Se da un lato ha ritirato il consigliere Presta …to all’attuale sindaco, dall’altro ha lasciato nudi i generali senza esercito scesi in campo contro Mellone. Insomma con queste premesse la sedia rossa del sindaco uscente non solo appare stabile ma perfino cementata.
Giuseppe Greco

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.