GATTO LATERALE
GATTO LATERALE

“È CADUTU LU PANNU. ECCO IL NOME DEL CANDIDATO SINDACO DELLA GRANDE AMMUCCHIATA ANTI MELLONE”

0 1.178

Tanto tuonò che piovve.

Sarebbe stato individuato dal “giovane esploratore”, Marcello Risi, il candidato del “centro destra sinistra”. La maxi coalizione con più sigle che elettori.

Si tratterebbe della prof.ssa Maria Luisa Tacelli, docente presso l’Università del Salento di diritto ecclesiastico.

Persona distinta, nota ai più, peró, per il coniuge: il corrispondente della Gazzetta del Mezzogiorno, Biagio Valerio. A questo punto, a voler pensare male, si comprendono meglio 5 anni di cronache “marziane” da parte di un corrispondente, evidentemente partigiano, e affetto da astio a prescindere verso Mellone e i Suoi.

C’è materiale sufficiente, fosse confermata la notizia, per interrogarsi sul ruolo della comunicazione e su pagine, come quelle della Gazzetta, pagina locale, che trasudano un’acrimonia verso Mellone ingiustificata per la maggior parte degli elettori.

Mentre la Città cambia, il Valerio, marito dell’avversaria di Mellone, descriveva e descrive una realtà parallela, non visibile agli occhi di noi comuni mortali e delle persone che guardano ai fatti più che alle parole.

D’altronde il Valerio è riuscito nel corso degli anni a costruire una fitta rete di rapporti trasversali, tutti rigorosamente in funzione anti Mellone.

Come dimenticarlo alle regionali del 2020, rappresentante di Lista per Forza Italia della sua amica Paoletta Mita, dopo un ventennio a fare il compagno duro e puro e parlare dello “Psico Nano di Arcore”. Ma si sa, chi é contro Mellone è suo amico.

Valerio è stato molto più (o molto meno, fate vobis) di un corrispondente in questi anni. Ha assurto al ruolo di regista dell’opposizione, di grande vecchio che coordina un gruppo eterogeneo di “scappati di casa”, accomunati solo dall’odio contro Mellone. Quel Mellone responsabile di aver loro sottratto l’osso del potere. D’altronde anche i gruppi whatsapp della minoranza lo vedrebbero nel ruolo di amministratore-coordinatore delle loro azioni.

Oggi dopo 5 anni di “duro lavoro”, ecco il riconoscimento. Sarebbe il nome della moglie quello individuato dal suo compagno di banco a scuola, Marcellino Risi, quello prescelto come Ariete di questa grande (come confini, s’intende) ammucchiata.

Ci sarà da divertirsi con Mellone che si potrà togliere tanti sassolini dalle scarpe dopo anni di fango telecomandato (e a questo punto interessato) da parte del grande burattinaio dell’opposizione.

.

.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.