GATTO LATERALE
GATTO LATERALE

IL SIMBOLO DELLA DISCORDIA: PIPPI MELLONE DIFFIDA IL CONSIGLIERE COMUNALE VENNERI

20

Nella giornata di ieri siamo venuti a conoscenza da ambienti dell’opposizione cittadina di una raccomandata contenente una diffida inviata dall’ avvocato Marco Mellone, legale di fiducia del Sindaco Giuseppe Mellone, al Consigliere comunale Luigi Venneri. Una diffida che avrebbe scosso lo stesso Venneri e la minoranza tutta sorpresa dalla mossa del Sindaco.
Il principio della raccomandata non lascia spazio a libere interpretazioni, una diffida che tuona e che potrebbe avere risvolti con risarcimenti pecuniari di non poco conto. Le separazioni arrivano in consiglio comunale. Il Sindaco e il Consigliere Venneri “litigano” per il cognome, come le coppie che si separano… Storia di un amore finito… in carte bollate e di un Pippi Mellone Sindaco con il dono dell’ubiquità……in maggioranza e in opposizione…
Nel 2016 il Consigliere Venneri venne eletto con 59 voti (l’ultimo tra gli eletti) nella lista costituita a sostegno della candidatura a Sindaco “ Pippi Mellone Sindaco”, già dal Settembre 2019 per Venneri iniziarono i primi dissapori che, come noto in più occasioni, avrebbe dimostrato la sua contrarietà al modus operandi della maggioranza guidata dal primo cittadino.
Nel Febbraio 2020 accadde lo strappo totale, Venneri, infatti, comunicò ufficialmente il passaggio dal gruppo consigliare di appartenenza, “migrando” “all’opposizione della maggioranza di governo della città” con dichiarazione scritta formale, portandosi via con se, come bottino di guerra, la denominazione e il simbolo che lo vide eletto nelle file della maggioranza.
Il segnale, ad onor del vero, di quanto pop ed elettoralmente efficace sia il nome del sindaco.
Un boomerang ontologico per l’opposizione che ammette implicitamente il gran consenso di cui gode il sindaco.
Secondo quanto da noi ricostruito e da quanto scrive nero su bianco l’avv. Marco Mellone, Venneri starebbe utilizzando impropriamente il nome e cognome del primo cittadino sui social e sui mezzi di informazione, “giocando” illecitamente sull’equivoco, creando confusione in merito al soggetto politico riconducibile alla lista recante il nome del sindaco, screditandone di conseguenza la figura personale e professionale .
Il legale incaricato dal Sindaco, quindi, inviterebbe “diffidando” Venneri a “cessare immediatamente l’utilizzo indebito del nome e del simbolo appartenente alla figura personale e professionale che rappresenta Pippi Mellone e di comunicare entro e non oltre 7 giorni il passaggio in un altro gruppo consigliare”, in caso contrario una azione di risarcimento con pesante richiesta pecuniaria appare certa.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.