GATTO LATERALE
GATTO LATERALE

IL PENSIERO DI FRATE AUGUSTINO: “INFANTICIDI DELLA POLITICA NERETINA”

18

Per chi non ha mai seguito la nostra rubrica, Frate Augustino è stato un uomo di potere che ha fatto, nei mitici anni 80, il bello e il cattivo tempo nella nostra Città.
Oggi, se pur rinchiusosi presso il Convento dell’Incoronata, segue con attenzione l’evolversi politico.
Recentemente la sua attenzione è stata attirata dalla scesa in campo di Giuseppe Fracella.
Giuseppe Fracella chi è costui.
Lo sa bene Frate Augustino.
Giuseppe Fracella è uno di quei ragazzi promettenti della politica degli anni ’90 che purtroppo sono rimasti tutti quanti schiacciati in una diabolica morsa tra un infanticida politico quale è Giovanni Siciliano e un accentratore terribile quale è stato Rino Dell’Anna.
Nessuno di quei ragazzi degli anni 90 e’ più in politica.
Tutti trucidati principalmente da questi due dinosauri politici che, non a caso, oggi non sono in grado neanche di fare una lista.
Hanno ucciso (politicamente parlando) i loro figli migliori.
Ma adesso ritorniamo a Fracella.
In uno scenario melmoso della politica locale, la scesa in campo di un esponente di punta della politica di altri tempi appare come un raggio di luce.
Raggio di luce tra un qualunquismo schifoso e un centro sinistra inconcludente.
Ma riuscirà il buon Fracella a mettere su una coalizione concreta con signori del consenso in lista?
Non è una impresa facile.
La LEGA, con il suo discutissimo e chiacchieratissimo leader locale, non ci pensa neanche a distaccarsi da Mellone.
Anche Frasca, con i suoi reduci feriti di guerra, intende sostenere Mellone.
Anche se pare che i Melloniani abbiano messo il veto sulla sua presenza in coalizione.
Ciò nonostante, a parer di Frate Augustino ci sono i presupposti affinché Fracella possa mettere su una coalizione seria e consistente da contrastare la riconferma del PIPPI nazionale.
Fracella però dovrà recitare molte preghiere e fare molti “mea culpa”.
Dovrà mettere da parte la sua irruenza giovanile che lo indusse, in diverse circostanze, a colpire la sensibilità di persone che comunque non hanno mai sparlato nei suoi confronti.
Anche lui comunque fu vittima di un accordo politico che non fu onorato nel lontano 2002.
Frate Augustino seguirà con attenzione questa situazione, mettendo a disposizione la sua memoria storica.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.