RIZZO LATERALE
RIZZO LATERALE

UN INCONTRO PER STRADA NEL DELIRIO DI VIALE DE GASPERI

23

Su richiesta di alcuni commercianti di Via De Gasperi, si è svolta stamattina una riunione per discutere alcuni punti riguardanti la nuova pista ciclabile in via di realizzazione.

Erano presenti ben tre assessori, Capoti, Puglia e Marini, rispettivamente responsabili dei Lavori Pubblici, Commercio e Viabilità; l’Ing. Pellegrino, la progettista dell’opera ed il capo cantiere, per la parte tecnica; il Comandante della Polizia Municipale, dott. Tarantino, oltre a una decina di operatori commerciali della via. Inoltre il consigliere Giancarlo Marinaci.
Progetto alla mano, sono stati illustrati gli aspetti tecnici dell’opera e, per la parte politica, si è espressa la piena volontà di andare avanti con la stessa, apportando ove possibile dei correttivi, su suggerimento di chi vive ogni giorno la realtà di una strada “impegnativa” dal punto di vista commerciale e della viabilità.

“Ho molto apprezzato la disponibilità al dialogo di tutte le parti intervenute” – dichiara Giuseppe Spenga, uno dei commercianti- “Il fatto che fossero presenti così tante autorità istituzionali e tecniche dimostra che le nostre preoccupazioni e ansie su questo progetto non sono infondate. Chi pensa di liquidare la questione con un post sui social si sbaglia. C’è un dato di fatto, incontrovertibile: la ciclabile sottrarrà una gran quantità di metri quadrati alla viabilità ordinaria e tantissimi parcheggi, sia ai residenti che ai clienti. Se questa scelta sarà vincente, se rappresenterà l’inizio di svolta ciclo-viaria per Nardò, se i neretini da domani salteranno  tutti in sella anche per fare la spesa, questo ce lo dirà la storia. Intanto noi dobbiamo fare i conti con la viabilità di una strada che già oggi, senza ciclabile, ci vede costretti a parcheggiare in doppia fila per consentire il carico scarico delle merci, per accedere alle nostre abitazioni, per entrare nei nostri negozi. E stamattina, in pochi minuti, una ventina al massimo, queste criticità sono emerse tutte, in una anonima mattinata infrasettimanale, con autobus, mezzi agricoli (mietitrebbiatrici, trattori, autoarticolati), mezzi pesanti che riforniscono gli alimentari, i corrieri che scaricano i pacchi, ecc. che, mentre facevamo la riunione, hanno dato “il meglio di sé”.

E le scuole, intanto, sono chiuse per le vacanze estive. Tuttavia, non potendo ormai intervenire sul progetto, abbondantemente in là coi lavori, abbiamo proposto una migliore regolamentazione dei parcheggi che rimarranno a disposizione, istituendo un disco orario con tempistiche e controlli più stretti, la presenza di stalli per carico e scarico merci e, come estrema ratio, si è parlato persino di senso unico di circolazione o di parcheggi a pagamento. Ciò che non vogliamo che passi come messaggio all’esterno è quello di una nostra contrarietà all’opera: non siamo concettualmente contrari all’istituzione di un pista ciclabile! Chi afferma questo dimostra di non aver capito quelle che sono le nostre reali preoccupazioni. E da questo punto di vista, ripeto, la presenza collaborativa degli assessori Capoti e Puglia stamattina è stata molto utile e l’abbiamo davvero apprezzata. Così come abbiamo apprezzato il piglio propositivo di tutti nel voler venire incontro alle nostre richieste, nella speranza che le parole non restino vuote, le proposte non restino lettera morta e che accanto a questa opera così importante, ma impattante per la vita di tutti noi, ci sia una presa di coscienza di come se le scelte sono condivise e non imposte, forse si creano meno polemiche e incomprensioni reciproche”.