Picchia la compagna e finisce in manette.

La giornata contro la violenza di genere, evidentemente, non è servita a placare l’ira di un quarantaduenne neritino che è stato tratto in arresto dai Carabinieri della locale stazione.

L’uomo, Cosimo Miccoli, è stato arrestato in flagranza di reato per violazione di domicilio, minaccia e lesioni personali. Dopo aver danneggiato la porta ingresso, infatti, si è introdotto all’interno dell’abitazione della propria compagna e, dopo averla minacciata, l’ha colpita provocandole lesioni sia all’avambraccio destro che a quello sinistro con ecchimosi diffuse e stato ansioso reattivo, giudicate guaribili in dieci giorni dai medici dell’ospedale di Copertino.

Miccoli ha tentato di giustificare le proprie azioni dichiarando di aver agito per gelosia. Ovviamente, però, i Carabinieri lo hanno condotto presso la Casa Circondariale di Lecce.