TRASPORTI: REGIONE E PROVINCIA SONO ALL’ANNO “0”

0

Trovo assolutamente vergognose le concezioni e l’organizzazione dei sistemi di trasporto pubblico locale su rotaia e su gomma incarnate da Regione Puglia e Provincia di Lecce. Per l’imminente stagione estiva scopriamo, con netto ritardo, che le principali località marine del Salento, per l’intera durata della stagione, non potranno essere raggiunte dai treni nei giorni festivi. 
Era febbraio 2016 quando Ferrovie del Sud Est decise di tagliare una delle sue principali corse, quella delle ore 7.00, che collega Nardò a Maglie, generando moltissimi disagi a lavoratori e studenti pendolari.

A ciò si aggiunge, anche per quest’anno, la mancata fermata di Salento in bus nel centro urbano neretino che non permetterà ai turisti che fanno uso di questo servizio di ammirare la bellezza della nostra città e del suo centro storico. Il tema dei trasporti, in questo territorio, pare non voglia essere affrontato in nessun modo: si lasciano abbandonati a se stessi non solo i pendolari, ma anche i turisti che invece andrebbero accolti calorosamente infondendo loro un buon ricordo dei luoghi che visitano. E invece subiscono oltre al danno, caratterizzato dai soliti ritardi e dai mezzi di trasporto obsoleti, anche la beffa di vedere soppresse le linee di collegamento con le località marine proprio nei giorni in cui dovrebbero servire maggiormente.

Quanti nelle passate stagioni, pur restando stregati dalla bellezza di questa terra, hanno dichiarato di non volerci tornare per la mancanza di collegamenti? Indipendentemente da chi si indigna a singhiozzo, è impensabile che i trasporti continuino ad essere la spada di Damocle per il Salento.

Lorenzo Siciliano
Consigliere Comunale
Responsabile enti locali Segr. Prov.