LORENZO SICILIANO: “INCARICHI ESTERNI AI SOLITI NOTI. SI METTA UN FRENO”

0

“Fin dal suo insediamento, l’attuale Amministrazione ha più volte fatto uso delle consulenze esterne, conferendo incarichi a tecnici e professionisti non facenti parte dell’organico Comunale. La cifra spesa per queste consulenze supera abbondantemente i 100mila euro”.

In diverse occasioni per coprire queste spese la Giunta Comunale ha prelevato le risorse dal “fondo di riserva”, un tesoretto il cui stesso nome definisce chiaramente la sua funzione e importanza nel quadro del bilancio comunale, che di certo non è quella di coprire le spese per incarichi esterni. Nel 99% dei casi le delibere di Giunta ratificavano gli incarichi a nomi ricorrenti: pochi nomi, sempre gli stessi. Pochissimi professionisti beneficiano della fiducia dell’ente incassando decine di migliaia di euro, molto spesso per contenziosi innescati da “capricci politici” del Sindaco e della sua maggioranza.

Questo quadro che continua a comporsi di tasselli amicali è desolante: è il momento di mettere un freno allo spasmodico utilizzo delle consulenze esterne, anche riportando alla luce l’ormai sepolta promessa fatta da Mellone in campagna elettorale, cioè l’abolizione di incarichi e consulenze esterne. Una promessa fatta a gran voce, ai microfoni, in piazza Salandra in quell’ormai lontano giugno 2016. Da allora molto è cambiato in casa della coalizione “del cambiamento”.

Al contempo propongo di creare degli elenchi pubblici, uno per ogni categoria professionale, ai quali tecnici e legali neretini possano iscriversi e dai quali il Comune sia vincolato a ricorrere, laddove avesse realmente bisogno di fare ricorso a consulenze esterne. Questo sì garantirebbe trasparenza, imparzialità e possibilità di lavoro per tutti, e non più soltanto per qualche solito nome ormai in calce a troppi atti e a troppe parcelle pagate coi soldi di tutti i cittadini di Nardò.”

Lorenzo Siciliano

Consigliere Comunale

Partito Democratico