“Wow” è seduzione, il fascino del creato. “Wow” è stupore, l’essenza da cogliere. “Wow” è meraviglia, la sensibilità profonda. Ma “Wow” è soprattutto un percorso di bellezza alternativa che si snoderà tra i suggestivi vicoli del centro antico di Gallipoli che, il 15 aprile prossimo, tra le 19:00 e le 22:00, saranno l’occasione e un’idea nuova per la consueta passeggiata domenicale. Proprio la novità è un elemento essenziale della manifestazione, con cui la Diocesi di Nardò-Gallipoli, i Settori Giovani e Adulti dell’Azione Cattolica diocesana e il Servizio Diocesano di Pastorale Giovanile – in collaborazione con la Parrocchia Sant’Agata di Gallipoli e con il patrocinio del Comune di Gallipoli – si propongono di attuare, nel concreto quotidiano, un modo nuovo e alternativo di evangelizzazione cristiana, seguendo gli insegnamenti di Papa Francesco indicati in Amoris Laetitia.

Alternativa e sempre nuova è l’arte che, nelle sue diverse sfaccettature, approfondirà il tema centrale filo conduttore dell’evento: custodire l’amore. Presso lo start point allestito nel Mercato Coperto, sarà possibile ritirare la mappa con tutte le esperienze artistiche proposte e scegliere liberamente a quale accostarsi per tracciare il proprio percorso di bellezza: per l’occasione, infatti, saranno aperte tutte le Chiese e alcuni luoghi d’arte presenti nel centro antico.

L’itinerario consta di sei punti fondamentali: la “passione”, collocato nel Museo diocesano “V. Fusco”, è un viaggio nell’arte della pittura con la presenza del pittore Davide Di Vetta; la “preghiera” in adorazione eucaristica nel Monastero di Santa Teresa; il “sogno”, vissuto attraverso il cinema, nella Chiesa Maria SS. Del Rosario, con la proiezione di “Maria”, cortometraggio vincitore del Festival nazionale “Gabriele Inguscio”; il “quotidiano” immortalato nelle fotografie del concorso “Ordinary Love” nella Chiesa dell’Immacolata; il “dialogo”, fulcro del teatro, nella Chiesa Maria SS. della Purità con Luigi Giungato della Compagnia “La Calandra” insieme a Lola Giuranna e Luigi Bottazzo ; l’”ascolto” con la musica nella Sala Collezione “Coppola” grazie alla presenza dei musicisti Dario e Fausto Cota per un viaggio nel cantautorato italiano.

“Wow” è, dunque, una passeggiata tra cultura e fede per giovani, adulti e famiglie: è un invito a custodire l’amore gustando lo stupore e la meraviglia di immergersi nella bellezza…alternativa.