A FRANCO SAREBBE PIACIUTO… “SENZA BIGLIETTO DI RITORNO” DI ANTONELLA CAPUTO

0

Secondo appuntamento, stasera alle 21 nel B&B “Antica Dimora” (Nardò, Via Pellettieri 10), Loredana Giliberto dialogherà con Antonella Caputo, autrice de “Senza biglietto di ritorno” (Italic Pequod).

Venerdì 21 Luglio 2017 – Ore 21.00 “Senza biglietto di ritorno” (Italic Pequod) di Antonella Caputo dialoga con l’autrice: Loredana Giliberto presso B&B “Antica Dimora” (via Pellettieri 10 – Nardò)

Un’estate di letture e incontri con gli autori, a Nardò, dal 14 luglio al 18 agosto 2017. “A Franco sarebbe piaciuto” (edizione 2017), è la rassegna dedicata agli autori e ai lettori.. Sei incontri, sei scrittori che presenteranno i loro romanzi, tra esordi e conferme d’autore: Antonio Rocco Corvaglia, Antonella Caputo, Luigi Pisanelli, Omar Di Monopoli, Alessandro Bozzi, Livio Romano. Gli appuntamenti, tutti con orario di inizio alle ore 21.00, si terranno a luglio presso il B&B “Antica Dimora”, e, nel mese di agosto, presso il bar “Il Melograno” – Caffè Teatro.

La rassegna “A Franco sarebbe piaciuto”, dedicata al giornalista Franco De Pace, scomparso nel 1998, è organizzata dalla libreria “I Volatori”, con il coordinamento di Loredana Giliberto, in collaborazione con il B&B “Antica Dimora”, il bar Caffè Teatro “Il Melograno”, Musicaos Editore.

Secondo appuntamento, venerdì 21 Luglio 2017, alle ore 21.00, presso il B&B “Antica Dimora” (Nardò, Via Pellettieri 10), Loredana Giliberto dialogherà con Antonella Caputo, autrice de “Senza biglietto di ritorno” (Italic Pequod).

“Perché non c’è un occidente dove si possa vivere tutti insieme come in un sogno islamico, senza rinunce e sofferenze e gelosie rabbie risentimenti e voglia omicida? Io vivrei così. Amerei persino lei, se si potesse.”

A parlare è Isabella, quarantun anni, separata, madre di due figlie e innamorata di un uomo sposato. La sua vita, un subbuglio di passione e trasporto intellettuale, di ricerca della se stessa più autentica e di cocenti disinganni, pure se Isabella è felice così. Fino a quando un evento tragico rischia di minare questa rapita euforia, di farla scendere per sempre dalla giostra.

Tra flashback sulla sua infanzia solitaria e le enormi difficoltà della maturità, tra fragori sentimentali e fughe da parte dell’amante, tra esperienze che le permettono di evadere dalla quotidianità e riflessioni esistenziali: Isabella, alla fine del suo cammino, trova un centro, indipendentemente da lui. Una storia a volte brillante, altre volte languida, altre ancora disperata e smarrita. Un romanzo su un’eroina minore dei nostri giorni nel quale molte donne possono riconoscersi.

AntonellaCaputo è nata a Brescia e vive da sempre a Galatina (LE), dove insegna. Collabora con la rivista letteraria «A Levante» ed è autrice di diversi racconti, fra cui Balsamo, con il quale è stata designata da una commissione di scrittori di fama internazionale come vincitrice del concorso nazionale “Storie lampanti”, pubblicato nell’omonima antologia da Lupo editore; è prima classificata al “Premio nazionale ed internazionale di poesia e prosa Città del Galateo”, con Il mostro; è vincitrice della II e della III edizione del “Premio Letterario LCE” indetto da Laura Capone editore con Ci vorrebbe un orfanotrofio per le cose che nessuno desidera più e Il tempo sta in una scritta sul muro, inseriti nelle antologie omonime.

Questo è il suo romanzo d’esordio.

INFORMAZIONI LIBRERIA “I VOLATORI” · NARDÒ · via Pellettieri, 19 · tel. 0833.56.70.62 B&B “ANTICA DIMORA” · NARDÒ · via Pellettieri, 10 · tel. 328.538.8578 MUSICAOS EDITORE · www.musicaos.org · info@musicaos.it – 0836.618232